La sua piccola di 10 mesi ha forti dolori alla bocca e lei, per farla stare meglio, fa un errore, tanto comune quanto pericoloso. E le conseguenze sono devastanti: “Guardate il pannolino! Ditemi che succede”. I medici sconvolti: “Signora… è allucinante”


 

Capita a tutti di avere dei ‘doloretti’, piccole cose che passano velocemente, magari con l’aiuto di qualche antinfiammatorio che non necessita di prescrizione medica. Finché lo fa un adulto poco male, ma se uno di questi farmaci viene somministrato a un bambino, allora le cose sono molto diverse. La canadese Becky Atkinson ha fatto proprio questa cosa in modo abbastanza sconsiderato. La donna ha una bimba di 10 mesi che si chiama Alba. A un certo punto la piccola ha iniziato a piangere per un forte dolore alla bocca, le stava spuntando il primo dentino e il dolore era veramente molto forte. Dopo qualche giorno, visto che il dolore non cessava, la madre ha deciso di darle frutta, latte e… qualche goccia di Advil, un medicinale da banco a base di ibuprofene e le conseguenze sono state devastanti. Infatti, dopo questa cura, una mattina Becky stava cambiando il pannolino di Alba, quando ha visto che le feci della piccola erano di un nero preoccupante. La donna ha quindi portato subito la piccola al pronto soccorso, dove le sono state confermate le peggiori paure: “Signora, l’ibuprofene ha causato un’emorragia interna e il fegato della bambina è in sofferenza: ci sono due ulcere”. (continua dopo la foto)







Questo tipo di antinfiammatori non steroidei (come l’ibuprofene) non necessitano di prescrizione, ma bisogna stare attenti a cosa si mangia. Il dottor Michael Rieder, membro dell’Associazione Pediatrica del Canada, ha dichiarato: “Questo tipo di incidenti è decisamente sconosciuto, ma non c’è dubbio che possa verificarsi a volte. Man mano che il consumo di ibuprofene in età pediatrica cresce, aumenta anche il numero di bambini con emorragie gastrointestinali”. Inoltre, un rappresentante della società responsabile della produzione del medicinale Advil ha dichiarato: “Le gocce di ibuprofene sono indicate per alleviare il dolore dei bambini, la febbre a causa di raffreddori, il mal di gola e mal d’orecchie. Se usate correttamente, sono sicure ed efficaci”. (continua dopo le foto)





 

Dopo il ricovero in ospedale, fortunatamente, Alba è stata molto meglio e oggi all’età di 18 mesi sta molto bene: ha recuperato i danni provocati dal medicinale. Becky ha voluto raccontare la storia alla stampa, specificando che il medicinale era per uso pediatrico, ma ha voluto comunque mettere in guardia tutti i genitori circa i rischi dei farmaci non soggetti a prescrizione: “Fate attenzione a cosa avete nel cassetto – ha detto la giovane madre -. Non c’è medicinale che non abbia effetti collaterali, vorrei essere stata a conoscenza dei danni che poteva causare. Il fatto che la medicina fosse destinata ai bambini, non significa che sia innocua”.

Ti potrebbe interessare anche: “Questo bambino non nascerà”. A causa di una grave malattia i medici le dicono che la gravidanza è impossibile. Anche il marito è molto malato, ma loro non si scoraggiano e lei resta incinta. Una coppia eroica

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it