‘’Faccio schifo’’ e inizia a vomitare ogni volta che mangia, fin quando non arriva a pesare 38 chili. Oggi ha 20 anni, è guarita ed è una modella richiestissima. Le sue foto vi lasceranno di stucco, ci scommettiamo


Si chiama Leia Parker e deve tutto al suo seno enorme. Non è stata la natura a donarle questo seno, ma la chirurgia, eppure, senza quel seno forse Leia non sarebbe in vita. Che strano, penserete voi giustamente. Per questo vi raccontiamo la sua storia bizzarra ma con il lieto fine: quando aveva 13 anni, Leia ha iniziato a pensare di essere orribile, disgustosa. Così, per sentirsi più carina e diventare più popolare a scuola, ha iniziato a mangiare pochissimo. Il suo peso è iniziato a crollare fino a raggiungere i 38 chili. Le sue anche schizzavano fuori dal corpo e le costole le si contavano; sulle sue braccia non c’era neanche un grammo di grasso. Insomma, ero uno scheletro a dire poco. L’anoressia diventa pian piano bulimia: Leia si ingozza ma poi vomita tutto, la sua vitaè un inferno assoluto. Questo finche Leia non si sottopone a un intervento di chirurgia che le fa diventare il seno enorme. Ora la ragazza fa la modella e pare che il suo seno sia il più grande della Gran Bretagna. ‘’Tutti mi considerano stupida per essermi sottoposta a un intervento che ha stravolto così tanto il mio aspetto: io volevo sentirmi meglio con me stessa e ora, con questo seno, mi sento bene’’. Continua a leggere dopo la foto



‘’Volevo dimenticare di aver passato l’adolescenza a combattere contro la bulimia – ha spiegato al Mirror – ho sempre voluto un seno grande e me lo sono fatto fare su misura”. Prima della chirurgia, Leia era uno scheletrino, stava in piedi a malapena e si sentiva sempre stanca e debole. La sua malattia peggiorava a vista d’occhio: si sentiva sempre malata, aveva l’acne su tutto il corpo e vomitava di continuo. ‘’Odiavo il mio corpo e me stessa, volevo essere come le mie coetanee così ho deciso di sottopormi a un intervento. Ero certa che avrebbe risolto i miei problemi. Ora quando mi guardo allo specchio non mi sento più uno schifo’’. A Leia il medico aveva prescritto degli antidepressivi che, però, ha rifiutato. ‘’Non ero depressa e quelli non erano la soluzione. Dovevo curare la mia testa, non imbambolarmi con dei farmaci’’ ha sottolineato. Continua a leggere dopo le foto



 

‘’Vomitavo 5 volte al giorno, ma non era la bulimia a rovinarmi la vita: era la mia testa e il mio senso di inadeguatezza’’. Così, quando compie 18 anni, è sua madre a darle una parte dei soldi per sottoporsi all’intervento. ‘’Sapeva quello che avevo passato e sapeva che avevo bisogno di un po’ di autostima’’. Si sottopone a un primo intervento ma, dopo qualche anno, decide di aumentare ancora la misura. Ma a Londra nessuno accetta di operarla così è costretta ad andare a Praga. ‘’Non mi pento di quello che ho fatto – ha spiegato – ho solo qualche problema quando vado in palestra o a far entrare qualche vestito. Ho problemi a guidare per troppo tempo, per il resto, la mia vita è una bomba”. Leia è fidanzata con il giocatore di football Jonathan Bond, 24 anni. ‘’Con questo corpo posso fare ciò che voglio – ha concluso – ogni ragazza, per sentirsi bene, dovrebbe seguire il proprio istinto e assecondare le proprie volontà’’. Ok, ma non esageriamo però.

Leggi anche: “Io, la bulimia e quell’ombrello nel sedere”. Da un libro di memorie inedito, le imbarazzanti confessioni di una Lady Diana mai così esplicita. Parole che hanno lasciato gli appassionati delle vicende reali davvero a bocca aperta