Ha 25 anni e fa la modella, è bellissima, ma a causa di un disturbo (dovuto a una cosa banale) la sua pancia cresce in modo assurdo. Ma non è finita qui, perché quello che patisce va ben oltre. Steph soffre le pene dell’inferno: ecco cosa le capita


 

Dalla vita sembra avere tutto. Stephanie Shreeve è una ragazza australiana di 25 anni, è bellissima, ha un grande successo e nella vita, proprio perché dotata di un notevole sex appeal, ha sempre fatto la modella. Tuttavia, a un certo punto qualcosa a iniziato a non andava nel suo corpo e la cosa è diventata così insopportabile che la giovane ha deciso di mollare la sua professione. Il suo precario stato di salute fisico e mentale infatti non le permette di potersi sentire adeguata nello spietato mondo del fashion system e anzi l’ambiente in cui ha sempre vissuto non fa che aggravare la situazione e farla sentire sempre peggio. Tutto è cominciato quando Stephanie ha deciso di pubblicare su Instagram una foto che è finita subito al centro di mille polemiche sul web perché sembrava incinta. La ragazza aveva infatti una pancia così gonfia da sembrare in dolce attesa, ma la gravidanza non c’entra assolutamente nulla. Quello nel suo addome non era affatto un bebè al sesto mese di gravidanza, ma una malattia di cui soffre e che la riduce in quello stato. Da quel momento per la 25enne è iniziato un calvario che le ha provocato moltissimo stress. (continua dopo la foto)



Il dramma per la Shreeve, come riportato dal Daily Mail,  è iniziato nel 2007, quando ha fatto uno splendido viaggio in Europa. In quella circostanza, però, la giovane donna venne morsa da una zecca e da allora ha iniziato a soffrire della malattia di Lyme: un’infezione batterica che le ha provocato gonfiore, psoriasi, disturbi ormonali e stanchezza cronica. Proprio per questa ragione la sua pancia sembra essere quella di una donna incinta, oppure grassa, cosa che per una modella non è l’ideale. “So che la gente lo pensa  – ha spiegato Stephanie – ma in realtà è solo l’effetto collaterale di una malattia. Mi spezza il cuore sapere che molte persone si sentono impotenti e inferiori solo perché combattono contro un disturbo simile”. (continua dopo le foto)



 

Da quel momento la sua vita non è più stata la stessa e oggi Stephanie per guarire deve sottoporsi a dei trattamenti molto costosi e, dato che non fa più la modella, non è più in grado di permetterseli. Così ha cercato una cura alternativa e ha ripiegato sullo yoga, che riesce ad alleviare l’ansia e la depressione provocate dalla malattia. La cosa che la rende più fiera è il fatto che finalmente non si vergogna più del suo corpo. Oggi, vuole mostrarlo sui social per aiutare le persone che soffrono come lei e per far conoscere a tutti cosa significa convivere con un disturbo simile. infatti, la pagina web in cui dà consigli e sostiene quelli che soffrono della malattia di Lyme sta avendo un incredibile successo.

Ti potrebbe interessare anche: “Crampi e vomito erano il pane quotidiano”. A 23 anni Sophie pesa 42 chili. I genitori, disperati, pensano che sia anoressica e la portano dal medico, ma dopo le analisi, arriva la diagnosi choc: “Se non smette muore”. Ecco cosa aveva