“Lo fanno praticamente tutte le donne… come è possibile?!”. Aveva dolori lancinanti, nausea e vomito: stava malissimo. Va dal medico che la liquida in un attimo, ma per Abbey la tragedia era vicina. Nessuno aveva capito e ciò che è accaduto è orribile


 

Dalla vita aveva tutto, era appagata, con un buon lavoro in uno studio legale come segretaria, aveva un fidanzato e chi le stava intorno non poteva che apprezzarla e volerle bene. Abbey Parkes era una ragazza britannica di 20 anni e tutto procedeva alla grande, fatto salvo un dettaglio non da poco di cui nessuno si era accorto per anni e che ha portato a una immane tragedia. Era l’agosto del 2016 ed Abbey all’improvviso è morta, lasciando un vuoto tremendo nella vita dei suoi cari. La cosa era stata così imprevista e fulminea che nessuno riusciva a capire cosa le fosse accaduto. A trovarla senza vita è stato il fratello che l’ha vista in casa distesa e priva di sensi: aveva smesso di respirare. La causa della morte era un arresto cardiaco, ma ci doveva per forza essere qualcosa ad averlo causato. Solo un paio di settimane prima della sua morte la 20enne aveva iniziato a sentire dei dolori al fianco destro, oltre a nausea e mal di testa. Così era andata dal dottore che le ha prescritto degli antidolorifici, senza però approfondire ulteriormente la faccenda. Non sembravano esserci dei segni allarmanti. Ma in realtà il medico si sbagliava. (continua a leggere dopo la foto)








Soltanto con i dati dell’autopsia, come riportato dal Mirror, si è capito cosa fosse accaduto ad Abbey. Il referto era chiaro: un’embolia, causata da una malattia genetica di cui la ragazza non sapeva di soffrire, combinata con l’assunzione di una pillola contraccettiva, aveva causato la morte. Era da quando aveva 14 anni che la Parkes prendeva l’anticoncezionale e non si tratta certo di un caso isolato. Sono sempre di più le ragazze che l’assumono con regolarità, dal momento che assicura un 99% di copertura, rispetto ad altri metodi di contraccezione. Ma si tratta di medicinali che possono avere delle controindicazioni se si soffre di alcune malattie. Il farmaco che Abbey aveva assunto per 6 anni aveva avuto conseguenze nefaste sulla sua malattia ereditaria non diagnosticata. (continua dopo le foto)






 

La ragazza infatti soffriva di Fattore V di Leiden, che causa una ipercoagulabilità del sangue di cui, purtroppo, i medici si sono accorti solo in seguito all’autopsia. Purtroppo, con l’assunzione della pillola, si era formato un coagulo di sangue che le ha causato un’embolia polmonare, la cui conseguenza è stata l’arresto cardiaco. La famiglia è rimasta sconvolta dalla cosa, soprattutto perché la loro amata Abbey faceva una cosa che tantissime donne fanno senza avere queste conseguenze. Naturalmente, se la malattia fosse stata diagnosticata per tempo e curata, il contraccettivo non avrebbe rappresentato alcun pericolo.

Ti potrebbe interessare anche: 40 anni, ostetrica, pubblica uno scatto potente dei suoi vestiti macchiati. E racconta la storia dietro quell’immagine che ha fatto il giro del web. Applausi e polemiche

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it