Infuriata con il marito, al culmine di una lite, afferra un coltello e lo evira. Poi un gesto altrettanto folle, prima di uscire di casa come niente fosse


 

Una storia terribile di sangue e violenza tra le mura domestiche, la vendetta feroce di una donna che ha aggredito senza pietà il marito al culmine di un litigio nato dal sospetto di un tradimento e poi degenerato fino alla follia. Con tanto di scene degne di un film dell’orrore che hanno lasciato inorriditi i soccorritori arrivati in fretta e furia sul posto. Tutto è successo in India dove una donna della quale è stato reso noto soltanto il nome, Sarasu, si è scagliata con violenza contro il marito Jegadeesan. Madre di quattro figli, era legata all’uomo da un lungo matrimonio ma di recente i due vivevano separati. Stando a quanto riportato dalla testata Metro, all’interno della coppia le cose andavano male da un pezzo. Litigi continui, accuse. Finché lui, una sera, non torna completamente ubriaco da una serata fuori con gli amici. Lei lo accusa di averla tradita, lui risponde di no. Ma aggiunge che, visto che ormai la moglie era vecchia e acida, si sarebbe risposato in futuro. Poi va a dormire, ignaro di quello che succederà di lì a poco. In preda a un raptus, Sarasu infatti va in cucina, afferra un coltello e lo raggiunge nella stanza da letto. (Continua a leggere dopo la foto)



Armata, la donna si infila sotto le coperte, sfila lentamente i pantaloni dell’uomo e poi lo evira nel sonno. Poi, incurante delle urla di dolore di lui, infila il pene appena tagliato nella sua borsetta e come niente fosse si infila le scarpe ed esce di casa. Raggiunge la più vicina fermata dell’autobus, attende che passi il notturno e si dirige verso l’abitazione di alcuni parenti, come aveva già fatto in passato durante dei litigi. Non è però riuscita ad arrivare a destinazione: ad attenderla, appena scesa, le forze dell’ordine allertate nel frattempo dal marito. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Teatro della sconvolgente vicenda che ha lasciato interdetti gli utenti la città di Vellore, nella parte sud dell’India. “La abbiamo fermata mentre cercava di raggiungere alcuni parenti – spiega un portavoce della polizia locale – era in evidente stato di choc, non capiva cosa avesse fatto di male. All’interno della borsetta che portava al braccio abbiamo trovato l’organo del marito, appena reciso”. L’uomo era stato nel frattempo trasportato in ospedale. Sottoposto a un’operazione chirurgica d’urgenza, non è in pericolo di vita.

Come in un film horror, trovato un cadavere evirato e dipinto di blu: è giallo…