Si amano e decidono di mettere al mondo un bebè. Poi scoprono che le bimbe nel pancione sono due. Ma la tragedia è arrivata nelle loro vite: prima una bimba e poi l’altra si ammalano. I medici erano disperati: quello che è successo poi è sbalorditivo


 

Alissa e Michel Dunn sono una coppia di giovani sposi, molto innamorati e tanto sereni. La loro vita è diventata meravigliosa quando hanno deciso di avere un bebè. Durante la gravidanza hanno scoperto di aspettare due gemelline e, dopo l’iniziale stupore, sono stati felicissimi. Le piccole Isabella e Madeline sono nate il 4 luglio del 2007 sane come pesci. Almeno questo è quello che tutti pensavano. Infatti, quando le bimbe hanno compiuto due mesi, durante una visita di controllo, il pediatra ha notato uno strano rigonfiamento sull’addome di Madeline. “Abbiamo visto l’espressione sul volto del medico cambiare drasticamente – ha raccontato Michael – e in quel momento abbiamo capito che qualcosa non stava andando per il verso giusto”.  A quel punto hanno deciso di sottoporre la bimba a un’ecografia e il risultato è stato traumatico. “Abbiamo pensato fosse impossibile che si trattasse di cancro, essendo così piccola. Ma così è stato”, ha detto Alissa. I risultati purtroppo hanno confermato che in soli due mesi di vita Madeline aveva sviluppato una rara forma di cancro infantile. Il mondo della famiglia Dunn è crollato in un minuto. (continua dopo la foto)



Ma la tragedia non era ancora finita. Non molto tempo dopo anche la piccola Isabella ha iniziato a manifestare disturbi molto simili a quelli della sorellina. E infatti le analisi hanno confermato che anche la seconda gemella aveva sviluppato il medesimo cancro, localizzato esattamente nella stessa area.  Ovviamente, le condizioni di salute delle bambine peggioravano di giorno in giorno e i medici si erano accorti che i loro fegati erano pieni di cellule tumorali. A quel punto l’unica cosa da fare era sottoporre le bambine a dei cicli di chemioterapia e isolarle: neanche i genitori potevano toccarle. Affinché le piccole potessero darsi forza a vicenda, i dottori le hanno tenute assieme nel corso del secondo ciclo di terapia ed successo qualcosa di straordinario. Per la prima volta Isabella e Madeline hanno iniziato a dare segni di miglioramento sia dal punto di vista medico che dal punto di vista psicologico. (continua dopo le foto)



 

“Le abbiamo messe insieme, e si sono riconosciute. Hanno cominciato a calciare e a sorridere. Non lo facevano da un mese”, ha raccontato Alissa. Il loro miglioramento è stato tale che nel giro di poche settimane le piccole sono tornate a casa, dove hanno continuato il loro trattamento. E mesi dopo questa famiglia ha ricevuto la notizia che tutti si aspettavano da tempo. Il 14 dicembre la famiglia si era riunita in casa per il Natale, intorno all’albero, che aveva le luci accese. Quando ad un certo punto è squillato il telefono, e la voce, dall’altra parte della cornetta, ha comunicato a questi genitori un piccolo “miracolo di Natale”: secondo le ultime analisi, non c’era più traccia della malattia in entrambe le gemelle. Oggi le Isabella e Madeline sono sane e felici e finalmente possono crescere nel miglior dei modi.

Ti potrebbe interessare anche: Sam nella vita aveva tutto: amici, fidanzato e ancora moltissime cose da fare. Poi, un giorno, ha un grave incidente, viene portata subito in ospedale, ma la diagnosi dei medici è terribile: “Signora è l’unica soluzione”. Quello che è accaduto è pazzesco