“Ma non è possibile!”. Ha forti dolori allo stomaco e la pelle gli prude in modo insopportabile. Pensando a una semplice dermatite va dal medico (piuttosto tranquillo), ma la diagnosi è molto più che scioccante: “Lei è pieno!”. Cosa è successo


 

La golosità, ma anche la poca attenzione gli hanno fatto seriamente rischiare la vita. Come riportato dal Daily Mail, un uomo cinese da qualche tempo accusava dei terribili dolori allo stomaco e un fastidioso prurito sulla pelle, per questo motivo ha deciso di recarsi dal medico, dato che la situazione era diventata insostenibile. A quel punto, dopo averlo visitato, il dottore gli ha prescritto degli esami di diagnostica per immagine dai quali è emersa una situazione a dir poco agghiacciante. Infatti, le ecografie hanno rivelato che tutto il suo corpo era stato infettato dalla tenia dopo aver mangiato troppo sashimi, un piatto che consiste in fette di pesce crudo. Secondo i medici il sashimi che l’uomo ha consumato, doveva essere stato contaminato. La vittima della singolare infezione è stata trattata presso l’Ospedale Guangzhou No. 8 nella provincia di Guangdong, nella Cina orientale. Il Dottor Yin, dell’Ospedale Guangzhou ha detto che mangiare cibo crudo contaminato con uova tenia “potrebbe eventualmente causare cisticercosi, quando i vermi adulti entrano nel flusso sanguigno di una persona”. (continua dopo la foto)



Il rischio non è da poco, dato che il dottore ha affermato che “Questo tipo di infezione mette in pericolo la vita di una persona una volta che il verme raggiunge il cervello”. Varie ricerche hanno dimostrato che mangiare pesce crudo o poco cotto può portare ad una varietà di infezioni parassitarie. L’infezione da tenia si verifica dopo l’ingestione delle larve di Diphyllobothrium, che si trovano in pesci d’acqua dolce come il salmone o il persico, ma non è sempre dovuta all’assunzione di carne cruda. Infatti, anche se mangiato marinato o affumicato, il pesce può comunque trasmettere il verme, che può arrivare a raggiungere i dieci metri di lunghezza. (continua dopo le foto)



 

I casi di questo tipo sono aumentati nelle aree più povere a causa dell’assenza di servizi igienici adeguati, ma anche nei paesi più sviluppati si sono avuti problemi del genere. Questo è probabilmente dovuto alla crescente popolarità di sushi, secondo il giudizio dei medici della rivista canadese Family Physucian. L’autrice dello studio Nancy Craig ha scritto: “La diffusa popolarità del sushi e sashimi giapponesi è sicuramente un fattore, ma anche altri piatti popolari potrebbero essere coinvolti, come i filetti salati o marinati, che provengono dai paesi baltici e scandinavi, o il carpaccio italiano”.

Ti potrebbe interessare anche: Notano sulla guancia della loro bimba di 7 mesi uno strano gonfiore, poi le viene un brufolo dal quale spunta un bastoncino. Sconvolti vanno dal pediatra che fa la scoperta più assurda della sua carriera. Ecco cosa c’era nella faccia di Mya