“Sono un mostro!”. Amanda è insoddisfatta del suo seno così decide di fare un bel ‘ritocchino’. Va in sala operatoria felice ed emozionata, ma quando ne esce resta agghiacciata: “A letto con il mio ragazzo mi sento morire”. Un disastro: “Non fatelo!”


 

È una bellissima ragazza e infatti è una modella. Amanda Marsh è una ragazza di 31 anni di Orlando, in Florida (Usa), come tutte le donne, soprattutto quelle che lavorano con il corpo, voleva essere perfetta. Ultimamente, non era più soddisfatta delle sue forme, in particolare del suo seno. Questa cosa la faceva sentire insicura, si sentiva troppo piatta e, inoltre, voleva risultare più fotogenica così ha deciso di sottoporsi a un intervento di mastoplastica additiva. Tante donne dello spettacolo lo fanno e moltissime delle sue colleghe le passavano avanti nei provini, proprio perché esibivano delle forme prosperose. Quindi, si è messa alla ricerca del chirurgo che potesse soddisfare il suo desiderio di diventare una ‘maggiorata’. Dopo tutte le visite del caso, Amanda nel mese di aprile è entrata in sala operatoria. Con tanta emozione, ma certa che dopo l’operazione il risultato sarebbe stato una vera bomba. Quando è ritornata nella sua stanza aveva delle fasciature intorno al torace, per cui le era impossibile, in quel momento, verificare l’esito della ritocchino. Ma il dramma era dietro l’angolo, bastava solo aspettare qualche giorno. (continua dopo la foto)



Quando la Marsh è andata a fare il controllo e quindi a togliere il bendaggio, ha intuito che qualcosa non andava, infatti le protesi non sembravano affatto naturali e quelle misure in più che aveva guadagnato non erano proprio ciò che desiderava, o che si era immaginata. Ma lì per lì, non ha detto nulla, voleva prendersi il suo tempo per capire se la sua fosse solo un’impressione. Quando è tornata a casa si è sentita profondamente sconfortata, ma il peggio doveva ancora arrivare. Infatti, i suoi seni non solo sembravano fintissimi, ma scivolavano da tutte le parti. Esatto, avete capito bene. Le protesi scivolavano fin sotto le ascelle, lasciando dei buchi intorno ai capezzoli, una cosa obbrobriosa da vedere. Ma non è finita qui. (continua dopo le foto)



 

Infatti, la modella ha notato che le protesi, oltre a scivolare da tutte le parti, si incastravano spesso fra le ossa del torace, o addirittura fin sopra la clavicola: la 31enne ha detto di sentirsi come una barca tra le onde. “Mi sento un mostro”, ha dichiarato Amanda, sconvolta per quello che le è accaduto. La ragazza, che oltre a lavorare come modella studia psicologia, ha anche ammesso che nell’intimità questa cosa la faceva stare malissimo: “Quando facevo l’amore con il mio fidanzato, mi sentivo malissimo, ci abbiamo scherzato, ma questa cosa mi uccideva dentro”. A quel punto la Marsh ha deciso di eliminare le protesi e di accettarsi per quella che è. Così ha girato un video per invitare tutte le donne a non ricorrere a operazioni chirurgiche se non è strettamente necessario.

Ti potrebbe interessare anche: “Bella, brava e simpatica da morire… ma quanti ritocchini!”. Simona Ventura si è fatta amare dal pubblico per le sue tante doti. Oggi la vediamo sempre molto ‘in tiro’ e frizzante. Ma ricordate SuperSimo negli anni ’90? Eccola