Choc ad alta quota: seduta al suo posto, in aereo, questa donna vede l’uomo accanto a lei sbottonarsi improvvisamente i pantaloni e iniziare a toccarsi. Così, inorridita, chiama lo staff di bordo


Ingannare il tempo quando si viaggia a bordo di un aereo non è sempre facile, soprattutto quando la tratta da percorrere è particolarmente lunga e il tempo libero abbonda. I libri finiscono in fretta, le chiacchiere tendono a farsi pesanti col passare delle ore e il sonno non viene in soccorso. Come fare? Di sicuro non imitando la scelta di questo passeggero poco riservato che, nel bel mezzo del volo, ha deciso di sbottonarsi i pantaloni e iniziare a toccarsi sul sedile. Accanto a lui una donna che, in quel momento, era entrata da poco tra le braccia di Morfeo ma che, forse scossa dai movimenti di lui evidentemente non troppo delicati, ha capito che qualcosa non andava. Anche un’altra signora, che si trovava seduta una fila più in là, si è accorta che qualcosa non andava e quando il personale di bordo è accorso entrambe hanno puntato il dito contro lo sconosciuto. Lei, Chloe King, ammette sulle pagine di Metro di aver “visibilmente perso la testa. L’idea mi disgustava al punto da aver iniziato a urlare, a dimenarmi. Non riuscivo più a controllarmi, sono intervenute delle hostess per calmarmi”. (Continua a leggere dopo la foto)








La storia, però, ha avuto uno sviluppo a sorpresa. Perché è vero che che il personale dell’aereo, della compagnia American Airlines, è intervenuto e avvisato prontamente le autorità a terra, dando così modo alla polizia francese (la destinazione era Parigi) di fermare il maniaco appena sbarcato. Ma hanno negato alla povera Chloe, visibilmente scossa, di cambiare posto. Sì, avete capito bene: la signora King è stata costretta a tornare a sedersi accanto all’uomo e trascorrere in sua compagnia tutto il tempo necessario per raggiungere la meta finale. (Continua a leggere dopo la foto)






 

“Ho passato tutto il resto del viaggio a piangere guardando fuori dal finestrino, tentando di evitare di incrociare di nuovo il suo sguardo” ha spiegato lei sempre su Metro. “Non capisco come sia possibile trattare così una persona: quello che ho subito è una vera e propria violenza. Loro hanno detto che capivano la mia situazione ma che non era possibile fare diversamente. Dovevo rimanere al posto che mi era stato assegnato”. La compagnia, una volta che la storia è diventata virale, ha detto di aver avviato un’indagine interna per verificare quanto accaduto, sostenendo di essere sempre attiva per garantire ai passeggeri il massimo del benessere.

“Questa sera mi masturbo”. Desiderosa di sperimentare un po’ di sesso fai da te, decide di provare qualcosa di nuovo, quella pratica (tanto cara alle vip) di cui tanti parlano. Ma ciò che le capita è assurdo. Dopo aver letto la sua storia, voi lo fareste?

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it