”E allora stanotte dormi sul divano”. Litiga di brutto con il marito che sta fuori 16 ore al giorno e lo sbatte a dormire in salotto. Quando la mattina si sveglia, lui non si è mosso dalla posizione in cui lo ha lasciato. Cosa è successo


 

‘’Non andate a dormire arrabbiati’’ è questo il consiglio che Ashley Murrell, 33 anni, dà a tutte le coppie dopo che, per una banale lite in un giorno qualunque, si è risvegliata senza marito. Ashley e Mikey, 36 anni, avevano discusso in modo acceso: lui era tornato a casa dopo 16 ore di lavoro e lei gli aveva fatto presente che, se avesse continuato in questo modo, sarebbe morto. Si erano detti parole cattive e non avevano fatto pace prima di andare a letto così lei ha spedito lui a dormire sul divano. La mattina seguente, Ashely, che è mamma di 3 bambini, ha trovato il marito morto sul divano. Solo dopo, la donna ha scoperto che Mikey – pulitore di tappeti – stava facendo delle ore di straordinario per portarla a Praga il giorno del loro anniversario, il 3 luglio. Ashley si è sentita ancora più in colpa: il motivo della discussione erano state proprio le troppe ore di lavoro del marito. ‘’Era un uomo adorabile – ha raccontato la donna al Daily Mail – se vedeva che qualcuno era infelice, faceva di tutto, per fargli tornare il sorriso. Amava più di ogni altra cosa la sua famiglia: voleva che i suoi figli avessero le opportunità che lui non aveva avuto e si faceva in quattro per dare loro il massimo’’. Continua a leggere dopo le foto



‘’Lavorava 16 ore di fila, 7 giorni a settimana, lo faceva per mettere da parte i soldi e portare tutta la famiglia a Disneyland ogni anno. Avrebbe fatto qualunque cosa per vederci sorridere’’ racconta la donna tra i singhiozzi. Il lavoro, però, stava diventando davvero troppo: lavorava sempre così la moglie si preoccupa per lui e gli suggerisce di allentare il ritmo. ‘’Quando è tornato a casa la sera del fattaccio, era sfinito. Io ero stufa di vederlo così stanco e mi sono arrabbiata dicendogli che avrebbe dovuto rallentare. Ma lui odiava sentirsi dire certe cose. E, come era capitato altre volte, abbiamo discusso’’. Poi lui è andato a dormire sul divano. ‘’Quando mi sono svegliata, l’ho trovato esattamente dove l’avevo lasciato: era morto’’. È accaduto il 16 maggio ma la donna racconta la storia solo ora che ha metabolizzato (in parte) l’accaduto. Continua a leggere dopo le foto



 

‘’Ho capito che qualcosa non andava perché non si era mosso di un millimetro, in più la sua faccia era diventata chiarissima, sembrava grigio. L’ho toccato, poi ho iniziato a urlare e ho chiamato i miei figli’’. Di fronte a certe cose, si impazzisce. Anche Ashley, in quel momento, aveva perso la testa ed è stata riportata a casa dai vicini. L’ambulanza, che arriva dopo poco, non fa che constatare il decesso di Mikey. ‘’Mi sono buttata a terra, era tutto finito’’ ha detto Ashley. ‘’Mi sentivo così in colpa: ero stata io a farlo dormire sul divano, provo una rabbia tremenda nei miei confronti. Ora che lui non c’è più, la mia vita si è stravolta: voglio dirlo a tutti. Non andate mai a dormire arrabbiati: chiarite sempre le questioni con i vostri cari o potreste non avere più tempo per farlo’’. I due si erano conosciuti nel 2007 e si erano sposati nel 2010. Dopo le nozze lui aveva adottato la figlia di lei, Morgan. Poi sono arrivati gemellini: Mikey Junior e Lisa. E ora la donna non fa che ripetere la stessa cosa: ‘’Vive ogni giorno come se fosse l’ultimo perché l’ultimo giorno della vita arriva senza avvisare’’.

Leggi anche: “Ma che roba è? Non è possibile…”. Sei amiche su un divano per una foto. Ma guardate bene questo scatto: c’è qualcosa di assurdo che non quadra. Riuscite a scoprirlo? Il rompicapo che sta facendo impazzire il mondo intero (e probabilmente anche voi)