Anabolizzanti e steroidi, il cancro (e la vanità) uccidono il body builder che voleva il corpo perfetto


 Gli avevano dato tre settimane di vita: ha combattuto per oltre un anno, poi nei giorni scorsi si è arreso. E’morto Dean Wharmby, il culturista malato di cancro al fegato che raccontava la sua lotta sui social.

(continua dopo la foto)








Ad assisterlo la fidanzata che non l’ha lasciato solo un attimo. La storia di un’ossessione quella di Dean: raggiungere il corpo perfetto. Una rincorsa che l’ha portato però alla morte. Prima della malattia infatti Dean assumeva migliaia di calorie al giorno attraverso carne, energy drink, pizza e panini, unito ad un quantitativo di steroidi che, dice, di largo e normale utilizzo nella quotidianità dei bodybuilder. Questo stile di vita, perpetuato negli anni, è stata una delle concause del cancro inoperabile che lo ha colpito. Errore ammesso con molta sincerità resa pubblico, perché altri non commettano lo stesso sbaglio.

Ti potrebbe interessare anche: Follie body building: si inietta olio e alcol nei bicipiti per sembrare Hulk. E va a finire male

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/bodybuilder-tumore-steroidi-energy-drink-morto.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930






Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/bodybuilder-tumore-steroidi-energy-drink-morto.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930



Dean Wharmby

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/bodybuilder-tumore-steroidi-energy-drink-morto.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it