”Perché mi hai mentito?”. E lui, non sapendo cosa rispondere la picchia violentemente e le dà una testata nel pancione. Quel che è successo dopo è stupefacente


 

Che lui fosse una persona poco raccomandabile, Tanya lo aveva sempre saputo (aveva precedenti penali e, quando ha iniziato a frequentarla, era ancora in carcere dove stava scontando una pena di 32 mesi). Si conoscono da prima, si frequentano per qualche tempo quando sono molto giovani, poi si mollano. Le loro vite sono molto diverse ma per qualche strano caso del destino, si incontrano di nuovo. Poi lui finisce in carcere e, da lì, si iniziano a scrivere. Quando lui esce decidono di mettersi insieme e di metter su famiglia. Ma che Matthew Kersey, 34 anni, di Ipsich, Suffolk, sarebbe arrivato a fare quello che ha fatto, non poteva proprio immaginarlo. Sapeva che era un uomo violento ma voleva dargli una possibilità. Anche perché lo amava e molto. Ma le persone non cambiano mai completamente. E, quando Tanya era incinta di 25 settimane, con il suo bimbo nella pancia, l’ha picchiata pesantemente. Tanya, distrutta, non ha pensato tanto a sé quanto al piccolo che portava in grembo: temeva che gli fosse successo qualcosa, che non sarebbe mai nato. ‘’Io amavo quell’uomo – ha ammesso al Mirror – ed ero convinta che lui amasse me ma se mi amava perché mi picchiava?’’ si chiede adesso. Continua a leggere dopo la foto

 



‘’Era una sera come un’altra, Matt mi aveva detto che sarebbe rimasto a casa, ma un vicino mi ha detto di averlo visto in giro con suo fratello’’. Una bugia gratuita che Tanya vuole approfondire così, quando torna a casa dal bar che stava per aprire, chiede a Kersey cosa fosse successo e perché le avesse mentito. Lui non risponde, ma la attacca. La prende per la vita e la sbatte a terra, poi con la testa le spinge forte la pancia ‘’Io gli gridavo di non farmi abortire ma lui continuava imperterrito: per concludere la sua violenza mi ha sbattuto contro il muro’’. Un attacco pesantissimo durato un’ora. ‘’Ero terrorizzata – ha raccontato Tanya – temevo che il mio bambino fosse morto’’. Dopo qualche giorno la donna va dalla polizia e racconta l’accaduta. Qualche settimana dopo, l’uomo viene arrestato. Continua a leggere dopo le foto



 

E Tanya? A 37 settimane le viene fatto un parto cesareo e nasce il suo adorato Henley. ‘’È stato il mio regalo di Natale – spiega la donna – non esiste al mondo donna più felice di me. Questo bambino è sopravvissuto a una violenza brutale: è un vero e proprio miracolo”. Oggi Henley ha 6 mesi ed è un bambino meraviglioso, amato dalla sua mamma e dal fratellino più grande avuto da una relazione precedente. Ora Tanya vuole aiutare le altre donne che subiscono violenze domestiche a uscire dal tunnel: ‘’Non avrei mai pensato che mi avrebbe picchiato anche quando ero incinta. E invece lo ha fatto. Ricordatevi che le persone non cambiano. Peggiorano, semmai’’. 

Leggi anche: “Che schifo”. La vip era così orgogliosa di questa foto col pancione condivisa subito coi fan. Tanti però non hanno gradito e sono andati (molto) sul pesante. Una vergogna