Si sveglia nel cuore della notte per allattare il piccolo John di 7 settimane ma si addormenta e succede il peggio. Una mamma sconvolta da una tragedia devastante


 

Era diventata mamma da neanche due mesi. E stava vivendo un sogno bellissimo, quello che ogni neo mamma vive quando mette al mondo il proprio figlio. Stava imparando il ‘’mestiere’’ e stava prendendo il via bene: aveva imparato a riconoscere i vari tipi di pianto (quello della fame, della stanchezza, del caldo, del freddo) ed era ancora incredula che, quella creaturina, fosse stata messa al mondo proprio da lei. Insomma, era meravigliosamente felice. Ma la vita di John – e la felicità della di Kristin Hoffman sono durate appena 7 settimane. La donna, quando il piccolo non aveva ancora due mesi, gli ha dovuto dire addio per sempre. Una tragedia senza pari provocata dalla ‘’svogliatezza’’ di lei che ora, superata quella che lei stessa chiama ‘’vergogna’’, Kristin vuole raccontare al mondo per evitare che altre mamme vivano l’incubo che sta vivendo lei. Diciamocelo: diventare madri è bellissimo ma è anche stancante sopra ogni immaginazione. ‘’La vita cambia’’, ti dicono mentre aspetti. Ma mai veramente realizzi quanto. La nuova creatura di sconvolge la vita, in senso positivo, ovvio, ma il cambiamento è radicale. Si perde il sonno e non sempre, la notte, ci si sveglia pienamente coscienti. Solo che una volta su mille le cose vanno male. Continua a leggere dopo la foto

 



Così è successo a Kristin quel terribile incidente che gli ha fatto dire addio al piccolo John. Ma cosa è successo? Il piccolo si era svegliato affamato nel cuore della notte e lei lo aveva preso e lo aveva attaccato al seno. Il piccolo stava succhiando il latte. Ci ha messo un po’ per berne abbastanza. Nel frattempo Kristin si è addormentata. Ve lo possiamo assicurare e di certo lo sapete anche voi: capita. Solo che si è addormentata per troppo tempo, nel frattempo si è mossa ed è successo che il piccolo sia inavvertitamente stato sommerso dalle lenzuola. E così sia tragicamente morto. Tra le braccia della madre che si è accorta il mattino seguente di ciò che era successo. ‘’Mi vergogno di ciò che è successo, per non parlare di come sto dentro. Ma voglio che questa storia faccia il giro del mondo” ha scritto su Facebook. Continua a leggere dopo le foto



 

‘’Non importa quanto tu sia stanca e assonnata – continua Kristin – per allattare tuo figlio, alzati e mettiti su una sedia o dovunque tu non corra il rischio di addormentarti. Non devi correre questo rischio specialmente quando lo allatti di notte. Il mio prezioso bimbo è scivolato dal mio seno ed è finito sotto le coperte. Poi è andato in cielo. Il modo in cui lo abbiamo ritrovato è struggente: una tragedia che nessun genitore deve vivere ancora”. Quando lo hanno ritrovato, i genitori lo hanno portato in ospedale ma ormai era troppo tardi. Consigli per evitare tragedie: non addormentarti sul divano o su una poltrona con il bimbo in braccio; non dormire nello stesso letto con il tuo bimbo; non farlo dormire troppo coperto. Cose da fare: metti sempre il bambino a pancia in su; fallo dormire, per i primi 6 mesi di vita, in una culla nella tua stessa camera, allattalo al seno.

Leggi anche: “Mi avete rovinato!”. Dopo aver allattato i figli, il suo seno è svuotato e cadente così, per sentirsi di nuovo una donna attraente, decide di farselo rifare dal chirurgo. Al risveglio dall’anestesia, però, resta immensamente delusa