“Deve abortire, non ha scelta”. La piccola che porta in grembo ha una malattia gravissima. Ma Keri non si arrende edecide di portare avanti la gravidanza. Quando nasce la piccola Eva succede qualcosa di pazzesco che ha commosso il mondo


 

Erano felici, lo desideravano da tanto e finalmente Keri e Royce Young, una coppia di New Orleans negli Usa, avevano saputo che sarebbero diventati di nuovo genitori. I coniugi avevano già un bimbo, Harrison di due anni, ma volevano allargare la famiglia. All’inizio della gravidanza tutto andava per il meglio. Certo per la futura mamma si erano verificate le solite noie come nausea, acidità di stomaco e sonnolenza, ma Keri era la donna più gioiosa del mondo. Naturalmente, si sottoponeva a tutti i controlli del caso e durante la 20esima settimana ha avuto la notizia più drammatica che poteva aspettarsi. Per la coppia è stata una vera doccia fredda, la piccola che la donna portava in grembo era affetta da una terribile patologia: l’anencefalia. La loro vita è crollata in un minuto. A causa di questa condizione, che causa la deformità del cranio e non permette al cervello di svilupparsi come dovrebbe, la piccola non sarebbe mai sopravvissuta e i medici avevano detto che sarebbe morta poco dopo la nascita. A quel punto la sentenza era tremenda: “Signora deve abortire”. (Continua a leggere dopo la foto)







Keri e Royce erano distrutti dal dolore, ma l’idea di togliere la vita alla bimba che avevano tanto desiderato era per loro insopportabile. Così hanno voluto qualche ora per pensare e decidere cosa fare. Alla fine la coppia ha fatto una scelta durissima, dolorosa, ma era l’unica cosa che sentivano giusta: hanno deciso di tenere la piccola e di portare a termine la gravidanza. Erano consapevoli che la loro amatissima figlioletta non sarebbe sopravvissuta, ma il motivo per cui lo hanno fatto è incredibile. La coppia ha chiamato la piccola Eva e ha voluto far conoscere la loro storia a tutti, documentando i momenti salienti della gravidanza su Facebook, per avere conforto, ma anche per lanciare un messaggio. (Continua a leggere dopo la foto)





 

Gli Young, infatti, hanno voluto far nascere Eva per poterla abbracciare e amare fino al suo ultimo respiro. E quando la piccola è deceduta hanno voluto donare i suoi organi ad altri bambini che ne avevano bisogno. Per i due è stato struggente, sapere che il destino del proprio figlio è segnato farebbe rabbrividire chiunque. Il seguito della gravidanza è stato durissimo, ma la famiglia ne è uscita ancora più unita: “Stavo guardando la mia bellissima moglie dormire pacificamente sul divano. L’ho guardata con il suo pancione, dove c’è nostra figlia, che non sopravvivrà alla nascita per più di qualche giorno. E sono già sopraffatto dalle emozioni. È una donna incredibile”. Alla fine di marzo Eva è venuta al mondo e oggi con la sua preziosissima e tenera vita ha permesso ad altre creature di sopravvivere ad una morte certa.

Ti potrebbe interessare anche: Al nono mese di gravidanza, in attesa della nascita del piccolo, va a fare la spesa con il marito. Mentre cammina, però, si accorge che ha il vestito sporco di sangue. Il dramma

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it