Giovani, innamorati, pieni di sogni nel cassetto. La scomparsa di questi due ragazzi di soli 22 anni ha sconvolto un paese intero. E a fare ancora più rabbia è la dinamica di una tragedia assurda


 

Una storia terribile, atroce, che ha sconvolto un paese intero e lasciato a bocca aperta gli utenti del web dopo essere rimbalzata sulle testate di tutto il mondo. Protagonisti due giovani innamorati che, come tante coppiette di ogni età e provenienza, aveva deciso di trascorrere una serata insieme e che a un certo punto si è appartata per lasciarsi andare a qualche effusione all’interno della propria auto. Ma purtroppo la serata ha preso una svolta drammatica quando il mezzo all’interno del quale i due stavano avendo un rapporto sessuale, come documentato dalle forze dell’ordine che si sono precipitate per fare chiarezza sull’accaduto, è improvvisamente precipitato in un vicino lago, senza dare loro scampo. Sono morti così Evgeny Chernov e Yana Kryuchkova, entrambi 22 anni, scomparsi in Russia nella regione di Volograd dopo essere caduti nelle acque gelate. A raccontare l’orribile dinamica è la testata britannica Metro. I due si erano spostati sui sedili posteriori della vettura, una Niva prodotta proprio in Russia, e non sono riusciti a fermare il mezzo che all’improvviso ha preso velocità. Fatale successivamente il freddo glaciale del laghetto. (Continua a leggere dopo la foto)








 

A dare l’allarme, non avendo più ricevuto notizie dei due, sono stati i parenti, che non vedendoli più rientrare hanno provato inutilmente a contattarli al telefono per ore. Poi, iniziando a temere che fosse successo qualcosa di male, hanno deciso di contattare le autorità per spiegare l’accaduto. A parlare con la stampa è stato Andrey Fedotov, un agente delle forze di polizia locali, che ha spiegato: “Quando sono arrivati i soccorsi purtroppo non c’era già più niente da fare. Li abbiamo trovati già privi di vita dopo aver estratto l’auto dalle acque”. (Continua a leggere dopo la foto)




 


 

Difficile capire di preciso come sia stata possibile la tragedia. Probabile che il freno a mano si sia disinserito a causa dei movimenti all’interno dell’auto e che la vettura fosse stata parcheggiata in prossimità di una discesa, precipitando così di colpo fino al lago stesso. “Purtroppo non sono riusciti a saltar fuori in tempo – ha aggiunto Fedotov – si sono resi conto troppo tardi di cosa stava accadendo e non sono riusciti a impedire che il mezzo finisse la sua folle corsa in acqua”. Tanti i messaggi di cordoglio da parte di amici e parenti già arrivati in rete.

“Aiutatemi, vi prego. Sto morendo”. Scivola in acqua a soli 17 anni e annega: una tragedia orribile che ha sconvolto una comunità intera, che ora piange una ragazza solare e spensierata

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it