“Guarda papà, sono come te…” Quando una foto vale più di mille parole. Un selfie come tanti, padre e figlio davanti allo specchio, ma questo scatto nasconde un particolare davvero commovente. La storia del bambino che sta facendo emozionare il mondo


 

Uno di quei rari casi in cui una foto vale più di mille parole. Siamo a Quantico in Virginia e i protagonisti di questa storia di coraggio e determinazione sono Robert Selby e suo figlio Chace. Un selfie, niente di più, davanti allo specchio, mettendo in mostra i muscoli del papà e l’imitazione simpatica del figlio. Ma dietro questo scatto si nasconde una vicenda molto più amara di quello che sembra. Se si fa attenzione, in effetti, si potrà notare la presenza di un tubicino sulla pancia del bambino. Il piccolo, infatti, ha soli 3 anni ha subito già 3 interventi al cuore a causa di una malformazione congenita, il suo corpicino è pieno di segni e cicatrici e il padre vuole insegnargli che non deve vergognarsene e che deve essere sicuro di sé. Il bambino, che è sottopeso, si deve alimentare attraverso un tubicino inserito nello stomaco, così il papà per non farlo sentire diverso si è applicato un tubicino simile e gli ha fatto vedere come in quel modo fossero esattamente uguali. (Continua dopo la foto)



A commuovere le sue parole sul social: “Guardate mio figlio che cerca di imitarmi gli addominali tirando indietro semplicemente la pancia. Purtroppo però gli si vedono soltanto le costole. Ho appena tagliato e incollato uno di quei tubicini che lui usa per mangiare sulla mia pancia, l’ho fatto per dimostrare a mio figlio che anche con quel coso un uomo può essere comunque orgoglioso del suo corpo, in ogni caso”. (Continua dopo le foto)

 

CAN Y’ALL PLEASE REPOST, TAG A FRIEND, EMAIL, SHARE THIS STORY ON ALL SOCIAL PLATFORMS so we can Help Fight and Bring Awareness to CHD. ???????????????. . . My Mr. #stealyourheart #teamchace ???????? is sucking in his stomach, trying to show off his abs like his daddy but all you see are his little ribs. ???????????????? I just cut and glued one of his G-tube on me to show support for him and bring awareness. My son was born with a Congenital Heart Defect (#chd) called Tetralogy of Fallot (#tof) and he uses a Feeding-Tube (#gtube) to help with him being under weight due to him not eating orally as much since he was a baby. But as long as I’m breathing, I’ll always support my son and he’ll never be in a fight alone. ????????????????? 05 || ²2 || ¹7 ( Fox News, Daily, ABC News, have posted about it or did an article on his story). . . . #tloce #thelifeofchaceelijah #niafa #neverinafightalone . . #congenitalheartdefect #chdwarrior #chdawareness #chdsurvivor #heartdefect #heartwarrior #heartsurgery #chd #tetralogyoffallot #clothdiapers #openheartsurgery #tof #smib #pha #gtube #feedingtubeawareness #openheartsurgery  #childernshospital #daddyduties

Un post condiviso da Mr. Chace (@thelifeofchaceelijah) in data:

 

“Mio figlio è nato con un difetto cardiaco congenito chiamato tecnicamente Tetralogia di Fallot (detta anche sindrome del bambino blue) e per mangiare è costretto ad usare un tubo di alimentazione (gtube).Questa foto serve a far capire a lui che finché vivrò e avrò respiro, combatterò insieme a lui, fianco a fianco, e mai rimarrò solo, neanche per un attimo”. Queste le parola usate da Robert su Instagram e neanche a dirlo, il post prima diventa virale, poi viene preso d’ispirazione da migliaia di persone in tutto il mondo, malate o non, poco importa. In bocca al lupo, piccolo campione.

Ti potrebbe anche interessare:  “Non ci credo, non è possibile”. Due ragazze sorridenti, che si scattano un selfie in strada per pubblicarlo poi sui social network. Ma quella foto nasconde un segreto che la rende subito virale