“Addio, piccolo tesoro”. La bimba viene colta da terribili convulsioni e per questo i genitori la portano in ospedale. Appena la vedono i medici rimangono scioccati. Ha lottato per due giorni, ma non ce l’ha fatta: ecco cosa le ha fatto il padre


 

La bimba che stava accudendo aveva due anni e lui solo 24. Forse non si era affatto reso conto di cosa volesse dire essere padre, sebbene acquisito, di un frugoletto così piccolo. I bimbi hanno bisogno del gioco, delle cure amorevoli e anche del rispetto, dovuto, necessario e imprescindibile. Richard Gamache Jr è un ragazzo Missouri, che ha compiuto sulle figlia della compagna dei gesti orribili e per questa ragione è stato arrestato per maltrattamento su minori e purtroppo anche per omicidio. Diciamo ‘purtroppo’ perché oggi la piccola Addie non c’è più. E chiunque avrebbe preferito che questo genere di accusa non gli fosse mossa, avrebbe voluto dire che la bimba avrebbe ancora avuto ancora un futuro. La bambina è morta in circostanze sospette, infatti è stata portata in ospedale con contusioni gravissime e quando i medici hanno visto come era ridotta, hanno subito chiamato la polizia. Il 24enne di fronte agli agenti che lo incalzavano con le domande ha raccontato una storia veramente orribile. (Continua a leggere dopo la foto)



Gamache ha infatti detto che stavano solo giocando e che lui si divertiva molto nel riprodurre le mosse di wrestling con la bimba della sua fidanzata 19enne e la cosa peggiore è che lo faceva anche di fronte alla ragazza che, per qualche assurda ragione, pensava che alla bambina non potesse succedere nulla e che quello fosse solo un gioco innocente. Il racconto del 24 ha poi permesso di ricostruire la dinamica di quel terribile giorno in cui Addie ha perso la vita. Due giorni prima il 24 aveva provato sulla piccola la cosiddetta “Batista Bomb” che nel sollevare l’avversario per le gambe e schiacciarlo a terra sulla schiena. (Continua a leggere dopo le foto)



 

La povera Addie è stata quindi buttata con violenza sul pavimento di casa e la botta è stata così forte che ha iniziato ad avere le convulsioni. Per questa ragione i due giovani incoscienti sono stati costretti a chiamare un’ambulanza. Quando sono arrivati al pronto soccorso, i dottori si sono resi conto immediatamente che quei tramui non erano una cosa normale e non potevano essere frutto di una caduta accidentale. La bambina ha lottato per la sua vita per 48 ore, ma alla fine si è arresa. Adesdo, il 24enne deve rispondere di maltrattamento di minori e omicidio colposo, mentre la madre è accusata di complicità per non aver allertato la polizia per quanto accaduto.

Ti potrebbe interessare anche: “Ho perso il mio bambino… sono distrutta”. L’attrice, molto seguita dai fan, ha fatto questo annuncio per condividere il suo grandissimo dolore: “Starò lontana dalle scene”. Per lei migliaia di messaggi di affetto