“Non riuscivo a smettere di mangiare, era più forte di me”. L’incredibile storia dell’uomo più grasso del mondo, arrivato a pesare quasi 600 chili a soli 32 anni


Per mesi questo ragazzo ha potuto vantarsi di un titolo non troppo ambito, di quelli che non si sfoggiano a cuor leggero di fronte ad amici e parenti. L’appellativo, per la precisione, di “uomo più obeso al mondo”, a sottolineare una vita in costante lotta con la bilancia con l’ago a salire sempre più verso l’alto, inesorabile. Ma le cose nella vita di questo 32 enne messicano di nome Juan Pedro Franco sono finalmente cambiate. E in meglio. All’apice della sua vita sregolata, il giovane era riuscito a toccare quota 590 chili. Sì, avete capito bene. Un record assoluto che ovviamente era accompagnato da una serie di gravi problemi di salute che ne avevano drasticamente ridotto le aspettative di vita. Finché Juan, messo di fronte più volte alla sua terribile condizione, non ha trovato finalmente la forza di reagire: oggi, con tanta fatica, è riuscito nell’impresa di lasciarsi alle spalle ben 170 dei suoi chili, rinunciando volentieri a un posto del Guinness dei Primati. (Continua a leggere dopo la foto)



A raccontare la sua storia è il Daily Mail: la perdita di peso è frutto di una dieta ferrea che ha fatto seguito a un ricovero ospedaliero a causa di un aggravarsi delle sue condizioni. Juan si è sottoposto anche a bendaggio gastrico per perdere peso e i medici sono ora convinti che il giovane abbia trovato la forza per proseguire lungo il faticoso percorso intrapreso. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“So di non essere l’unica persona che si trova a vivere una situazione del genere. Ho letto tante storie di ragazzi e ragazze iper obesi, tutti racconti che purtroppo avevano un finale drammatico. Ho capito che non volevo essere uno di loro, che tristezza e depressione non potevano accompagnarmi per sempre”.

Non ne poteva più di vedere il suo corpo obeso, così si mette in testa di dimagrire e ci riesce. Ma ancora non si piace e allora arriva il cambiamento più radicale di tutti…