Solo al mondo, senza famiglia e amici. A soli 55 anni muore di colpo: lavorava in un supermercato come commesso. Il giorno del funerale non c’è nessuno a parte i suoi colleghi, e proprio loro alla fine, prendono una decisione incredibile. Cosa hanno fatto


 

Una storia davvero incredibile. È capitato sicuramente a tutti di pensare, almeno una volta nella vita, a cosa ne sarà di noi dopo la morte. C’è chi compra un loculo quando è ancora in vita, chi dice che quando verrà il momento vorrà farsi seppellire nella nuda terra e chi, invece, prende la decisione (ormai sempre più in voga anche perché il risparmio economico è notevole) di farsi cremare. E va bene: ma una volta cremati, cosa succede alle ceneri? E qui arriviamo a bomba su questa storia. Aveva 55 anni e da tempo soffriva di gravi problemi respiratori: parliamo di Andy Hughes, un dipendente della Tesco, che è morto qualche giorno fa a causa di una crisi improvvisa che non gli ha lasciato scampo. Dopo il decesso i suoi colleghi hanno fatto di tutto per avvisare la famiglia, ma curiosamente non sono riusciti a trovare nessuno. (Continua a leggere dopo la foto)



Né un fratello, né uno zio, né un altro parente. Dopo aver fatto una colletta hanno assunto un esperto affinché facesse maggiori ricerche sul signor Hughes, senza però che si riuscisse a trovare nessuno. Il 55enne era un uomo completamente solo al mondo. Un uomo che, oltre ai suoi colleghi di lavoro, non aveva affetti né amicizie. Anche per questo proprio i suoi colleghi la scorsa settimana hanno deciso di prendere in mano l’iniziativa per lo svolgimento dei funerali. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Loro hanno optato per la cremazione dell’uomo e poi per la dispersione delle sue ceneri proprio nel parcheggio Tesco in cui lavorava Huges, con tanto di piccola lapide commemorativa. “Andy era una lavoratore modello, una figura chiave nella nostra azienda. Aveva un cuore d’oro e non potevamo lasciare che venisse dimenticato”, hanno detto alcuni colleghi.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Basta bollette, mio marito è morto” La vedova porta le ceneri alla compagnia telefonica