Vuole battere il record di shottini e ne beve 56. Ma muore. E il barista viene condannato


 

Un barista francese è stato condannato per omicidio colposo con sospensione della pena per aver lasciato che un cliente bevesse 56 shottini di bevande alcoliche. L’uomo, 56 anni, si trovava in un bar della città francese di Clermont-Ferrand, con la figlia e alcuni amici quando ha tentato di superare il suo record di shottini. Riportato a casa in forte stato di ebbrezza, ha dovuto rivolgersi al numero di emergenza per poi essere ricoverato in ospedale, dove è morto il giorno seguente.

Il barman ha ammesso di aver fatto un errore incoraggiandolo ad andare oltre, mostrando il record di cicchetti in una bacheca. Ed è stato condannato a quattro mesi con sospensione della pena, al barista è stato anche vietato di lavorare in un bar per un anno.

I 10 cocktail dell’amore, quei drink che danno una mano a Cupido