“Vomito, vertigini, terribili dolori allo stomaco: non può più camminare o alzarsi dal letto”. Nessun dottore capisce cosa ha. Poi viene fuori l’agghiacciante verità. A ridurla così qualcosa che milioni di persone fanno ogni giorno


 

Alla linea ci teniamo tutti e per questo cerchiamo di limitare l’uso degli zuccheri nell’alimentazione, ma moltissime persone, invece di rinunciare, cercano dei palliativi che però possono essere dannosi per la salute. A raccontare una storia di questo tipo è la blogger Rhonda Gessner che ha condiviso su internet la storia di sua sorella, quasi morta per l’uso dell’aspartame, una cosa che assumono tantissime persone. Nell’ottobre del 2001, la sorella di Rhonda ha iniziato a stare male, poi sempre peggio. Soffriva di terribili dolori allo stomaco, e altri dolori insopportabili che l’avevano resa incapace di camminare o, semplicemente, di spostarsi dal letto senza aiuto. I dottori non riuscivano a spiegarsi le cause del problema, nonostante le centinaia di esami a cui l’hanno sottoposta. Nel tempo le condizioni della donna non facevano che peggiorare, tanto che si decide a fare testamento e a organizzare un viaggio, l’ultimo, in Florida con i figli. Appena 3 giorni prima della partenza i dottori fanno l’ennesima diagnosi. “Signora lei è affetta da sclerosi multipla”. Quando, al telefono, dà la notizia a Rhonda, lei, subito, realizza qualcosa che salverà la vita di sua sorella. (Continua a leggere dopo la foto)







Così la blogger chiede alla sorella: “Bevi ancora la Diet Soda?”. “Naturalmente! Stavo proprio per aprirne una”, ha risposto lei. Rhonda è sconvolta! Ha appena terminato di leggere un articolo riguardante uno studio che raccontava che, spesso, a molte persone viene diagnosticata erroneamente la sclerosi multipla quando, in realtà, si tratta di avvelenamento da aspartame. L’aspartame è un dolcificante artificiale 200 volte più dolce dello zucchero, ma contenente meno calorie, spesso lo troviamo nei prodotti dietetici, nei cibi pronti, o in altri dolci, al posto dello zucchero. Questa insidiosa sostanza si trova, anche, nelle bevande dietetiche.

(Continua a leggere dopo le foto)








 

Secondo MDHealth.com, l’avvelenamento da aspartame causa i seguenti sintomi: difficoltà respiratorie, pressione alta, tachicardia o aritmia, diminuzione della vista, diarrea, reazioni cutanee e forte prurito, emicrania, vertigini, capogiri e attacchi epilettici, fino alla depressione. La FDA (Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali) si raccomanda di ridurre il consumo di aspartame fino a 40 mg al giorno per ogni kg corporeo. La sorella di Rhonda ha smesso immediatamente di consumare aspartame e la sua salute è immediatamente migliorata. È stata curata per avvelenamento da aspartame e, in sole 32 ore, ha potuto lasciare la sua sedia a rotelle e tornare a camminare sulle sue gambe.

Ti potrebbe interessare anche: Acquista un cosmetico per sembrare più bella. Lo applica sulla pelle e la reazione è terribile, sente un insopportabile dolore al petto e non riesce a respirare. Poi la corsa all’ospedale: il prodotto incriminato

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it