“Vomito, eruzioni cutanee sul petto, labbra e mani nere, una visione spaventosa”. Ha solo 5 mesi e si ammala. I genitori pensano alla febbre, ma il piccolo peggiora. Lo portano in ospedale, ma i medici non capiscono… Quello che accade è straziante


 

Josh Roberts e Katelyn Galea sono una coppia di australiani ed erano molto contenti di essere diventati genitori, il loro piccolo Archie era la gioia della casa. Quando, a soli cinque mesi, il bambino si è ammalato, i due hanno iniziato a preoccuparsi, anche perché il piccolo non rispondeva alle cure e anzi peggiorava, manifestando terribili segni sul corpo. Così il 10 novembre è iniziato l’incubo della famiglia Roberts. Il padre ha raccontato attraverso il suo profilo Facebook, in un post pubblicato l’11 novembre, che la meningite meningococcica aveva colpito suo figlio come una palla da demolizione. Anche medici inizialmente non avevano capito e avevano diagnosticato ad Archie un’infezione all’orecchio, ma le sue condizioni sono andate via via peggiorando in un lasso di tempo brevissimo. Quando Josh e Katelyn hanno visto il bambino vomitare, le labbra diventare grigie, lo sviluppo di eruzioni cutanee sul petto, e le mani diventare nere, si sono decisi a portarlo all’Ipswich Hospital. Compresa la gravità della situazione, i medici hanno poi optato per un trasferimento del piccolo presso il Lady Cilento Children’s Hospital di Brisbane. (Continua a leggere dopo la foto)






Josh ha descritto quei 5 giorni di lotta, periodo durante il quale il piccolo Archie era incosciente e non reagiva agli stimoli esterni, come i momenti più difficili della sua vita, come un qualcosa che fino ad ora aveva visto solo in televisione o aveva letto sui giornali e mai avrebbe pensato che una simile e devastante malattia potesse colpire un bambino così sano e felice. Dopo aver pubblicato il post, alcuni giorni dopo, il padre ha raccontato dei lenti miglioramenti del piccolo, ringraziando gli amici e i parenti per il loro sostegno e le loro preghiere.

(Continua a leggere dopo le foto)

 

 

Dopo una lunga battaglia, Archie è stato considerato finalmente fuori pericolo ed è stato dimesso. Una volta a casa, il piccolo ha iniziato a recuperare le forze. “Meningococco, hai colpito mio figlio con forza, ma lui ha reagito come fosse un bulldozer. Meningococco ti sei scontrato con Archie, ma lui ne verrà fuori con un sorriso sul viso”. Queste le parole che Josh aveva scritto su Facebook, sul coraggio dimostrato dal suo bambino in questa difficile situazione. Al momento Archie sta decisamente meglio, ma ha ancora tanta strada da fare per guarire appieno.

Ti potrebbe interessare anche: “Uno dei suoi figli morirà”. Da anni cercano di avere bambini e finalmente arrivano due gemelli. Ma la diagnosi dei medici è straziante. Arriva il giorno del parto, quello che succede è angosciante e la loro drammatica storia finisce così

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it