“Uccisa dal desiderio di essere ancora più bella”. 22 anni, bellezza da vendere e il sogno che si stava avverando. Ma, dopo aver fatto quella cosa che fanno molte donne, è arrivata la morte. “Prendetelo, è stato lui”. Cosa è successo


 

Aveva visto in tv la pubblicità di una clinica ecuadoregna e così Melanie Montenegro, giovane modella e attrice 22enne, ha deciso di rivolgersi alla struttura per sottoporsi a un intervento di liposuzione. Così, qualche giorno prima di Natale, Melanie ha salutato la sua bambina di tre anni ed è partita per l’Ecuador, il suo paese natale, dove era una celebrità influente e conosciuta e dove aveva anche recitato in una soap-opera. La ragazza aveva davanti una carriera promettente. Era laureata in giornalismo e spettacolo ed era anche titolare di un’ agenzia di eventi. Purtroppo quello che sembrava un intervento di routine, tale da poter essere messo in offerta, le è stato fatale. Poco prima della fine dell’operazione infatti Melanie ha avuto un infarto che, secondo i media sudamericani, è stato causato da un medicinale a cui era allergica e che le è stato somministrato. La notizia della morte della modella ha sconvolto il Guatemala. Con l’hashtag #JusticiaParaMel, sui social network è scoppiata la protesta contro le pubblicità televisive di interventi estetici a basso costo. I fan e gli amici della ragazza hanno chiesto a gran voce che i colpevoli vengano puniti. (Continua a leggere dopo la foto) 



Così come gli spot pubblicitari che «vendono» interventi estetici. La famiglia di Melanie non si da pace per la sua scomparsa. Il padre della modella, Edwin Montenegro, ha riferito di essere stato avvertito della morte della figlia dal direttore della clinica, tramite una telefonata. Lo stesso ha provato a giustificare il suo staff, notificando che il team medico non era stato messo al corrente delle allergie della paziente. Il primo indagato naturalmente è il chirurgo che l’ha operata, il dottor Felipe Leyton, che attualmente è misteriosamente scomparso. Il Dottore sembrava inizialmente essere in fuga, ma dopo alcuni giorni dall’accaduto ha organizzato una conferenza stampa. (Continua a leggere dopo le foto) 


 


 

Ha così risposto alle accuse di omicidio e si è dichiarato innocente. Per ora di lui non si hanno più notizie. Ad appurare le cause del decesso è stato il pubblico ministero Fredy Toala, che sta investigando sul caso. Lo stesso aveva anche dato disposizioni per rintracciare il chirurgo scomparso, così le autorità si erano presentate in casa del medico indagato ma l’avevano trovata vuota. Un portavoce della famiglia, tale Hector Vanegas, ha fatto sapere che i parenti della modella sono pronti a citare in giudizio la clinica e i medici coinvolti. Sua madre Margota Robles ha detto: “Vogliamo solo giustizia per nostra figlia“.

Leggi anche: Era stata travolta da una tavola da surf e versava in condizioni pessime. Ora la modella si è svegliata dal coma ma non ci sono buone notizie. Ecco a cosa andrà incontro