“È posseduto dal demonio”. Lo lasciano senza cibo per 25 giorni, il bimbo muore. Ma poi…


 

Un bimbo di due anni lasciato senza cibo né acqua per 25 giorni. Il motivo? “È posseduto dal demonio”. E poi il piccolo texano muore. Poi avviene qualcosa di fuori dalla logica umana: una cerimonia choc per la resurrezione, filmata e diffusa sul web. A raccontare questa storia è il Daily Mail. Una donna, Aracely Meza, è finita in carcere e ora rischia una dura condanna per le conseguenze delle loro pratiche spirituali.

Lei non è la madre del piccolo, ma la moglie del “pastore” Daniel Meza e nel video appare mentre prega, invocando anche Gesù, e cospargendo il corpo senza vita del piccolo, nel tentativo estremo di riportarlo in vita. Una cerimonia del tutto inutile per il piccolo Benjamin e per la sua famiglia. I pastori della chiesa sostenevano che il bimbo fosse posseduto dal demonio sin da quando era ancora nella pancia della madre, convinzione che ha portato alla morte del bimbo per la denutrizione e non certo per la presenza del maligno.

Lui ha 8 anni e lei 61, si sposano perché glielo hanno ordinato gli spiriti degli antenati







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it