Sfigurata col fuoco per gelosia, dopo due anni di sofferenze ritrova il suo volto


 

Una vita distrutta, a soli 28 anni. Dana Vulin è cambiata per sempre per essere stata brutalmente aggredita da una donna. Il motivo è assurdo: aveva chiacchierato con suo marito nella notte di Capodanno. La moglie gelosa ha causato a Dana, di Perth, Australia, ustioni di terzo grado sul 60 per cento del corpo. Natalia Dimitrovska si è introdotta nella casa della “rivale” sotto effetto di droghe e armata di alcol etilico e accendino.

(continua dopo le foto)







 




Nella foto sotto: Dana dopo l’intervento


Nonostante tutto Dana ha reagito, spinta dalla forza di non farsi vincere dalla depressione, inevitabile dopo aver visto il suo corpo cambiare. Dopo due anni e diversi interventi di chirurgia ricostruttiva, è tornata a rivelare il suo volto senza alcun timore: “Spero che si vedano le cicatrici. Fanno parte di me”.

Per tutta la durata della degenza, Dana ha indossato una maschera. Nello stesso periodo, ha scoperto di avere un cancro cervicale e affrontato la rimozione. Per togliersi finalmente la maschera in pubblico, ha deciso di partecipare ad una trasmissione televisiva lanciando un messaggio a chi vive drammi simili: “Spero che in me le persone possano vedere la forza, il coraggio, la determinazione e il rispetto si se stesse”. Intanto, per la Dimitrovska è arrivata la meritata condanna a 17 anni di carcere.

Katie, la modella aggredita con l’acido, mostra il suo volto sfigurato

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it