Storia triste del ragazzo che vuole fare il trapianto di testa: “Non ho scelta…”


 

Trapianto di testa, c’è il candidato. Il sogno di Frankenstein sta per diventare realtà. Valeri Spiridonov, 30enne russo di Vladimir, programmatore informatico, si è candidato per l’intervento preannunciato due anni fa dal controverso chirurgo torinese Sergio Canavero.

Il ragazzo soffre di una malattia degenerativa, l’atrofia muscolare spinale (o malattia di Werdnig-Hoffmann) che lo ha costretto sulla sedia a rotelle sin dall’età di un anno, impedendogli una vita normale dal punto di vista motorio. Dato il peggioramento progressivo delle sue condizioni muscolari, il giovane ha contattato il dottor Canavero via Skype per iniziare a prendere accordi sulla possibilità di intervento, come ha raccontato ai media russi.

”Bisogna capire che non ho molta scelta. Se non provo questa possibilità, il mio destino sarà molto triste. Ogni anno il mio stato peggiora”, ha spiegato. Molti medici e scienziati hanno criticato il progetto di Canavero dicendo di non credere al successo dell’operazione o di essere molto scettici.

Ti potrebbe interessare anche: Frankenstein diventa realtà, effettuato il primo trapianto di cuore da un cadavere…








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it