Contagiano il figlio di 8 anni e poi lo cacciano: “È un pericolo pubblico…”


 

Povero piccolo, malato e proprio per questo allontanato da casa perché considerato un pericolo pubblico dai suoi stessi genitori. Terribile storia quella che viene dalla Cina: Luo Kun Kun è stato cacciato dai suoi parenti dal villaggio in cui viveva perché malato di HIV e quindi, secondo loro, pericoloso. Secondo quanto riporta il Daily Mail sono stati proprio i genitori a mandarlo via, seppur siano stati loro a trasmettere il virus al figlio di appena 8 anni: “Lui è come una bomba a orologeria, pronta a esplodere”, hanno detto. (Continua a leggere dopo la foto)







Luo è stato vittima di una vera e propria persecuzione da parte di tutti i parenti, tanto che il nonno propose addirittura una raccolta firme per cacciarlo. Ora una scuola, specializzata nel trattamento di minori sieropositivi, notando il disagio del bambino ha deciso di aiutarlo e lo ha accolto dopo che la famiglia non solo lo aveva allontanato ma aveva chiesto non fosse accettato in nessun istituto.

Ti potrebbe interessare anche: Hiv, sei proprio sicuro di non essere a rischio?






Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it