L’incubo della ex Miss Italia: costretta a fare sesso, botte e minacce di morte. Poi la liberazione


 

Prima ha parlato di un momento a me “molto difficile”, poi su Facebook una frase di liberazione: “Sentire la libertà nell’aria è la vittoria più grande”. A parlare è Arianna David, Miss Italia nel 1993 alle prese con un fidanzato violento. E la liberazione è arrivata con l’arresto di quell’uomo che per Arianna era non solo un incubo ma anche una concreta minaccia di morte. Il coraggio per denunciarlo glielo ha dato un tentativo di investirla da parte dell’uomo che un tempo diceva di amarla.

La relazione con il 32enne Alessandro Baldino era cominciata al ritorno di Arianna David a Roma dopo il divorzio. Da subito quell’uomo più giovane di lei si era mostrato possessivo, geloso, ossessivo. Incapace, forse, di gestire la differenza di età e di possibilità economiche, impreparato a entrare a contatto con il mondo del quale faceva parte la compagna. Le minacce sempre più frequenti e concrete. La denuncia della David documenta con dovizia di particolari, foto e referti medici, anche le botte subite più volte in passato e mai denunciate, come spesso accade in questi casi forse per paura, o forse nella speranza che le cose potessero aggiustarsi. Lividi su tutto il corpo, il volto reso impresentabile per chi lavora sulla propria immagine e in tv. Colpi sferrati senza freni e per far male.

(continua dopo la foto)



I particolari sono agghiaccianti. “Ti sciolgo nell’acido”, le agitava contro una mazza da baseball, le controllava il bancomat e le spese, la insultava per il solo fatto di essere apprezzata in televisione: “Guadagni perché fai la p…”. Pretendeva da lei rapporti sessuali. Più volte l’ha pedinata e picchiata. I carabinieri che hanno eseguito l’arresto hanno sequestrato all’uomo due fucili e una pistola. Armi regolarmente dichiarate, ma era concreto, a detta del giudice, il rischio che venissero usate contro la donna. Non è stata riconosciuta, però, la violenza sessuale. Ora lui si trova ora ai domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico che ne controlla gli spostamenti per segnalare ogni allontanamento da casa.

Più che uomo, bestia: prende a pallonate il pancione della compagna per farla abortire