La storia assurda di Tatiana: quel tirocinio da infermiera e la morte rapida e improvvisa…


 

Uccisa in una settimana da una meningite fulminante. Questa la triste morte di Tatiana Corona, 42 anni, di Rocca Priora, infermiera tirocinante del pronto soccorso del Policlinico di Tor Vergata. La donna è deceduta alle 23,49 di domenica in un letto dell’ospedale Spallanzani dove era stata ricoverata d’urgenza. Dopo una domenica passata in compagnia degli amici senza alcun problema, la donna si è sentita male (era il 22 marzo).

“Ha avuto dolori fortissimi alle braccia, mentre la febbre è subito balzata a 41 gradi – racconta al Messaggero Marta M., un’amica – è stata così per tutta la notte, poi la mattina dopo ci ha telefonato per dirci che stava male. Lei abitava da sola. Un’altra amica è accorsa da lei, ha chiamato l’ambulanza”. Tatiana viene portata al pronto soccorso dell’ospedale di Frascati. Qui, però, le sue condizioni peggiorano in fretta: la febbre non scende, la pelle le si riempie di macchie ed ecchimosi, le viene somministrato un antibiotico. Finché “a un certo punto – aggiunge Marta – non riusciva più a respirare per cui l’hanno intubata”. Nel pomeriggio la corsa verso lo Spallanzani, istituto specializzato in malattie infettive. Ma per lei non c’è stato nulla da fare.

Ti potrebbe interessare anche: Allarme meningite a Roma, 3 bimbi ricoverati in poche ore. Le ipotesi dei medici