Minacce all’omonimo del carabiniere-rapinatore: ”Selvaggia Lucarelli ha sbattuto la mia foto sul web”


 

È stato bollato come assassino e sbattuto sul web dopo la terribile rapina avvenuta qualche giorno fa a Napoli. Protagonista dell’assurda vicenda è Jacopo Nichetto, operaio disoccupato di Mestre e padre di una bambina piccola. La foto dell’uomo, che è stato scambiato per un rapinatore solo perché il suo cognome è quasi identico a quello di uno dei due carabinieri accusati di aver partecipato al colpo – in realtà si chiama Jacomo (detto Jacopo) Nicchetto – è stata postata dalla blogger Selvaggia Lucarelli sulla sua pagina facebook. Lo scatto ha fatto il giro del web e l’uomo ha iniziato a ricevere minacce e intimidazioni da persone desiderose di vendicare la morte del commerciante napoletano Pasquale Prisco.

(Continua a leggere dopo la foto)







”Da un paio di notti viviamo fuori casa, ospitati da amici, per sicurezza – racconta il mestrino 34enne -. Via Facebook ci sono arrivati strani messaggi e poi c’è stata quella notizia pubblicata dalla blogger Selvaggia Lucarelli che ha scritto della rapina al supermarket mettendo la mia foto tratta dal mio profilo Facebook”.  Dopo una mail inviata alla Lucarelli, nella quale Nichetto spiegava che lui era un semplice operaio e non un bandito, la blogger ha eliminato la foto e l’articolo. ”Sono arrivate richieste di amicizia accompagnate da messaggi poco rassicuranti, tipo ‘ora sappiamo dove abiti’, o ‘sappiamo dove va a scuola tua figlia”’ spiega l’avvocato Andrea Levantino di Salzano che sta assistendo gratuitamente il 34enne mestrino alle prese anche con altri importanti problemi.  ”Sono disoccupato – racconta -. Lavoravo alla Montefibre, ma da qualche mese è finita anche la mobilità. Mando curriculum ma non arrivano neanche appuntamenti per un colloquio. È un momento molto difficile, e non ci voleva anche questa storia che mette a rischio la sicurezza della mia famiglia, della mia compagna e dei nostri figli”.

Potrebbe anche interessarti:

Far west a Napoli: rapinano supermercato e fuggono a bordo di un’ambulanza, 10 feriti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it