Il bambino muto fino ai 7 anni, poi il miracolo: “Ti amo, mamma”. E lei…


 

Una malformazione al cervello gli ha impedito fino ai sette anni di parlare. Ma le prime parole che è riuscito a pronunciare sono commoventi: “Ti amo”, ha detto Tait Sherman alla sua mamma. La storia, raccontata dal quotidiano britannico Mirror, viene dall’Inghilterra del sud.

Il bambino, che oggi ha dieci anni, soffre di una rara anomalia, detta Polimicrogiria perisilviana bilaterale, che colpisce la parte del cervello legata al linguaggio. La polimicrogiria (Pmg) è una malformazione della corteccia cerebrale, talmente rara che non c’è nemmeno una associazione per aiutare i malati e le loro famiglie. Tait sa quello che vuole dire, ma la sua bocca e le labbra non rispondono ai suoi comandi e non riescono a emettere bene i suoni. “Mio figlio – racconta una madre – non è riuscito a pronunciare una parola fino ai sette anni, ma poi le sue prime parole sono state “Ti amo””.

Una sera, la madre Reama, 40 anni, mentre lo stava mettendo a letto ha ricevuto il regalo più bello: due parole che racchiudono un mondo. Reama dice: “E ‘stato il momento più incredibile. Non essere in grado di comunicare con chi ami di più al mondo, e non essere in grado di dire quelle parole, è straziante”. Grazie all’aiuto dei medici e di insegnanti specializzati ora Tait sta meglio.

Ti potrebbe interessare anche: “Ho perso un dentino, ti amo…” La lettera del bimbo fa impazzire il web