A 5 anni è già un uomo: venduto dalla madre perché down, si ribella. E il web si mobilita


 

Ogni conflitto bellico ha le sue storie tristi, fatte di persone alle prese con le enormi difficoltà e il dolore prodotto dalle armi. Ed è quello che sta vivendo il piccolo Ahmed Abdel Karim, abbandonato dalla mamma perché affetto da sindrome di Down. Ora, come centinaia di migliaia di siriani che fuggono dagli scontri tra le forze regolari di Damasco e i jihadisti dello Stato islamico, vive in un campo profughi libanese. E proprio Ahmed, a soli 5 anni, sta facendo parlare di sé per una impresa che, in cuor suo, considerava legittima: è fuggito dalla mamma che lo ha comprato dalla madre biologica che voleva sbarazzarsene per via della sua malattia. Rifugiato e malato, queste due condizioni lo rendono un reietto anche nel campo, dove ha bisogno di cure e attenzioni anche perché soffre di crisi epilettiche e forti febbri. Alcuni volontari hanno preso a cuore la sua storia e dato vita a una pagina internet per raccogliere fondi a suo favore (clicca qui per visualizzarla).

Gammy, il bimbo Down rifiutato dai genitori diventa cittadino australiano







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it