Dopo la sigaretta, ecco la canna elettronica. Ed è già polemica


In Francia si “svapa” anche cannabis, da oggi. Sul mercato dell’Esagono è arrivato lo “spinello elettronico”, una e-cig all’estratto di cannabis, che l’azienda produttrice definisce legale al 100 per cento, “senza effetti psicotici” ma “rilassante e antistress”. Una precisazione che non è riuscita a evitare polemiche, animate soprattutto da medici, operatori e specialisti delle dipendenze che si dicono molto preoccupati. Il tutto mentre si discute di possibili ricorsi legali per evitare che la “e-canna” prenda piede in Francia. Secondo l’azienda produttrice, la KanaVap, il prodotto è destinato all’uso terapeutico (in Italia sono attualmente consentiti solo farmaci cannabinoidi) ed è stato realizzato mantenendo solo il principio attivo che agisce come antidolorifico, ansiolitico e regolatore del sonno, il cannabidiolo (Cbd), che in Francia non è proibito. Lo “spinello elettronico”, quindi, non contiene tetraidrocannabinolo, noto come Thc, che influisce sull’attività cerebrale e induce reazioni quali paranoia, disturbi del comportamento, imbambolamento o euforia.

(continua dopo la foto)








Tuttavia, diversi psichiatri ed esperti di dipendenze hanno lanciato l’allarme sui possibili rischi. L’uso della cannabis, dicono, può essere una malattia nell’adolescente e nel giovane adulto e un prodotto di questo tipo potrebbe essere particolarmente attraente per loro. Sul lato opposto della discussione ci sono i produttori, Sébastien Béguerie e Antonin Cohen, peraltro impegnati da tempo a favore dell’uso terapeutico della cannabis avendo fondato nel 2009 l’Union francophone pour les cannabinoïdes en médecine.

Cannabis, l’ultimo studio: fa male, ecco i disturbi mentali e fisici che provoca

Arriva la salsa per fare la pizza alla cannabis. “Ha scopi terapeutici”

Muore fumando cannabis sintetica, il video del padre sulla sua tomba: “Uccide”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it