Una pinza dimenticata nella pancia. Paziente “riaperto” per il recupero


Una pinza nella panza l’aveva romanzata musicalmente Elio e le storie tese. Ma era già successo e adesso ancora. A Carrara, dove un paziente, operato solo quattro settimane prima, ha dovuto subire un altro intervento d’urgenza perché nella sua pancia erano rimaste le pinze usate durante il primo intervento. L’inchiesta interna, obbligatoria, è partita poche ore dopo il secondo intervento. Sono stati già ascoltati tutti i medici, gli infermieri e tutti gli operatori del reparto di chirurgia e della sala operatoria dove sono state eseguite entrambe le operazioni. Attenzione, perché non si tratta di un caso di malasanità unico nel suo genere: secondo i dati di letteratura specialistica fatti del genere accadono in rapporto uno a tremila.

Svegliarsi durante un’operazione: ecco che succede e cosa si prova

Chirurgia estetica, dopo aver visto questo video la odierete…