I Sufi contro Roberto Cavalli: “Quel logo è Allah”


Il simbolo di Allah non deve sfilare in passerella. Ne sono convinti migliaia di sufi, fedeli musulmani dediti ad ascetismo e meditazione che però a Londra, Parigi, Düsseldorf e Los Angeles sono già scesi in piazza contro Roberto Cavalli. La sua linea Just Cavalli utilizzerebbe infatti un marchio che ricorda troppo un modo in cui viene indicato nei loro testi sacri il nome di Dio: due archi uniti da un trattino. La casa di moda cita la sentenza di un’Authority europea, secondo la quale i due loghi non sono confondibili, poi spiega: “Il nostro ricorda il morso di serpente“. Vedendolo però tatuato sui corpi svestiti di due giovani che amoreggiano nello spot di un profumo, i sufi sono insorti. Ed è partita una campagna anche nei social network, con video su Youtube e hashtag dedicato, #TakeOffJustLogo.

 


Musulmani contro Roberto Cavalli: è protesta





Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it