‘’Non toccarla altrimenti mi inc*** sul serio’’. La vediamo sempre carina e sorridente, ma stavolta Elisa è andata su tutte le furie per quella frase offensiva. Cosa è successo


 

Elisa Toffoli, una tra le maggiori pop star italiane della sua generazione, reduce dalla pubblicazione di ‘’On’’, album pubblicato da Sugar che segna il suo ritorno al cantato in lingua inglese, è davvero arrabbiata. Lo scontro è nato con Paolo Madeddu, che nel suo blog per ‘’Rolling Stone’’ ha recensito l’ultima opera dell’artista tirando in ballo la nonna. 

“Il disco di Elisa, On, è al n.1. Il disco di Elisa, On, mi irrita come poche cose al mondo, e se me lo trovassi di fianco mentre guido gli taglierei la strada e poi lo guarderei dal retrovisore sollevando il mento (se siete periferici dentro, non serve che vi spieghi). ‘Bruciare per te’ – prosegue il critico –  brano che rivela dove andrà a parare fin dalle prime note, con le tastiere che prendono la rincorsa in cerca della quaterna di accordi su cui appoggiare l’unz unz unz, ma preceduto e chiuso dal DeFilippismo assoluto della nonna di Elisa (credo) che canta “Serenata a Marirosa” di Otello Boccaccini e poi si lamenta delle “canzoni moderne con quel tomtomtomtom da spaccalegna”. La frase si riferisce a un fatto preciso, e cioè al contenuto della canzone di Elisa nell’album “On”. 

(Continua a leggere dopo il post)

 

 

Ciao Paolo, puoi scrivere tutte le cattiverie che vuoi sul mio conto, sulla mia musica, su quello che penso secondo te…

Pubblicato da Elisa su Lunedì 4 aprile 2016

La recensione, però, non è piaciuta tanto alla cantante, che ha lanciato una pesante accusa dalla sua pagina Facebook:

‘’Ciao Paolo, puoi scrivere tutte le cattiverie che vuoi sul mio conto, sulla mia musica, su quello che penso secondo te eccetera… Ma non toccare mia nonna perché altrimenti mi incazzo sul serio. Lascia stare mia nonna ok?’’. 

La risposta di Madeddu non si è fatta attendere: ‘’Ciao Elisa, non mi pare di aver detto nulla di sconveniente su tua nonna. Anzi, sento che come critico musicale dovresti ascoltarla: altro che tomtomtomtomtom. No?’’. 

‘’Paolo,rispondo citando il tuo articolo: – ha rilanciato ancora la cantante – “DeFilippismo assoluto della nonna di Elisa (credo) che canta Serenata a Marirosa di Otello Boccaccini e poi si lamenta delle “canzoni moderne con quel tomtomtomtom da spaccalegna”. Mia nonna non sa nemmeno di essere su questo disco,e se lo sa lo sa dal cielo. La registravo spesso con il telefonino a sua insaputa mentre parlava o cantava,per avere dei ricordi di lei. Ora puoi smetterla di nominare mia nonna per favore?  Continua a scrivere quello che vuoi su di me e sulla mia musica e su quello che secondo te io penso e su come secondo te voglio prendere in giro tutti,ma te lo ripeto: Non toccare la mia famiglia’’.

Ovviamente al segnale di Elisa, i fan hanno scatenato l’inferno. “Ti venga un cancro alla prostata!” augura qualcuno al critico. ‘’Che gente di me***’’; ‘’Ma chi è questo cog***’’. E ancora: ‘’Ma chi è Paolo Madeddu? Il nulla unito al niente’’, scrive ancora una fa della Toffoli. Sul caso è intervenuto anche Franco Zanetti, decano del giornalismo musicale italiano: ‘’So però che chiunque gestisca il Facebook di Elisa, o Elisa stessa in prima persona, dovrebbe provvedere a cancellare immediatamente tutte le frasi in cui i suoi sedicenti fan offendono una persona che nemmeno conoscono, e della quale non si sono nemmeno (nella stragrande maggioranza dei casi) peritati di leggere la recensione per intero’’. Il consiglio, almeno per il momento, non è stato ascoltato.

 

“E tutt’oggi regna l’armonia tra tutta la famiglia”. Così cinguetta Elisabetta Canalis nel video che per la prima volta immortala la piccola Skyler e il marito Brian. Tra loro c’è anche un terzo incomodo… E i fan si scatenano con i commenti!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it