Oliviero Toscani blasfemo! Su Padre Pio ci va giù duro. Ecco cosa ha detto il fotografo a proposito dell’esposizione della salma del santo…


 

La salma di padre Pio a Roma per il Giubileo della Misericordia ha fatto confluire nella Capitale migliaia di persone da ogni parte del mondo. I fedeli sono arrivati per adorare i resti mortali del frate di Pietrelcina. E sull’esposizione arriva l’opinione (estrema) di Oliviero Toscani. Il fotografo parla di ”marketing della religione” e i resti mortali del frate sono ”una mummia che fa esteticamente schifo”. E poi: ”Cosa c’entra Padre Pio col nazismo? È uguale, preciso, identico”.

(Continua a leggere dopo la foto)








La salma è arrivata mercoledì 3 febbraio a Roma direttamente da San Giovanni Rotondo e resterà nella Capitale fino all’11 febbraio. Il corpo del Santo è stato sistemato in un’urna sul cui basamento è stata iscritta una frase cara al frate: ”Con te io sia per il mondo Via, Verità e Vita e per te sacerdote santo, vittima perfetta”. Per ”evitare danni” che potrebbero essere causati da ”vibrazioni e sollecitazioni” durante il trasporto da San Giovanni Rotondo a Roma la reliquia è stata accomodata su ”materassi ammortizzanti” e sulla prima teca è stata posta una seconda teca per evitare ogni contatto con l’esterno. La mattina dell’11, dopo una cerimonia officiata dal presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della nuova Evangelizzazione, monsignor Rino Fisichella, le reliquie di padre Pio partiranno da Roma per il paese natio di Pietrelcina. L’arrivo è previsto alle 15 a Piana Romana (frazione rurale dove la famiglia di padre Pio possedeva un podere e dove il cappuccino ricevette le prime stimmate). Qui si svolgerà una Liturgia di accoglienza e, a seguire, l’urna verrà collocata nella chiesa conventuale della Sacra Famiglia.

Padre Pio, l’indiscrezione – bomba scuote i fedeli di tutto il mondo. “Ecco che ha deciso Francesco sui resti del santo”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it