“Sono ferita, non sono riuscita a proteggere quella piccola vita”. Dopo l’annuncio della gravidanza, Giorgia Meloni non nasconde la sua sofferenza


 

Giorgia Meloni al centro delle polemiche. Il motivo? La sua partecipazione al Family Day con il pancione e nessun certificato di matrimonio. Dai social alla televisione, sono numerosi i personaggi anche famosi  che hanno voluto ironizzare soprattutto sul fatto che la leader di Fratelli d’Italia, nubile ma con un compagno stabile, abbia scelto proprio l’appuntamento del Circo Massimo per far sapere di aspettare un bimbo.

(continua dopo la foto)



Domenica sera al termine del programma “Che tempo che fa” la comica Luciana Littizzetto ha sottolineato il paradosso: “La Meloni ha annunciato di aspettare un meloncino. Fa molto ridere che l’abbia detto al Family Day e cioè nella piazza della famiglia tradizionale perché lei non è sposata. Ne sono contenta, ma è come andare a un festival vegano e dire di avere appena mangiato una fiorentina al sangue”. Vladimir Luxuria, invece, augura “figli trans”. Ma c’è chi è andato anche più pesanti: “addirittura minacce di morte per me e il mio bambino», racconta la Meloni che dice: «la satira fatta male, l’attacco a una persona in un momento così bello: io ero felice, ho confidato il mio stato perché la politica a volte ti impone di vivere pubblicamente anche i momenti più intimi, tutti mi chiedevano di spiegare perché tentennavo sulla candidatura per Roma…Non mi aspettavo questa enorme rabbia contro una cosa così piccola, che avrei voluto proteggere ma non sono riuscita a difendere. Mi sento in colpa per questo. Per la prima volta non so come reagire. È qualcosa più grande di me”.

In sua difesa sono scese tutte le parlamentari del Pd e il premier Renzi che le ha inviato un mazzo di fiori. Mentre Il “Secolo d’Italia” prende apertamente le difese di Giorgia Meloni dagli insulti più beceri e maschilisti.

E si chiede se il rispetto delle donne valga soltanto quando queste appartengono alla sinistra: “C’è stato persino chi gli augurato di avere un figlio gay, come se la cosa fosse da vivere come una “disgrazia”, e ciò da parte di coloro che proprio i diritti dei gay vorrebbero difendere… Si ripete un copione già visto nei confronti delle donne di centrodestra: un femminismo a senso unico, che vale solo a coprire le esponenti politiche di una certa parte mentre tace dinanzi al dileggio di donne non schierate a sinistra”.

Ti potrebbe interessare anche: ”Sono incinta”. ”Chi ha avuto questo coraggio?”. Giorgia Meloni spiazza tutti ma viene ricoperta di insulti e sfottò. Ecco cosa hanno scritto