“Matteo Salvini? È Satana”. Parole di fuoco contro il leghista, un attacco durissimo


 

Continuano a non placarsi le polemiche intorno alla figura di Matteo Salvini, che continua a ricevere accuse da tutte le parti e rispondere prontamente per le rime, gli italiani divisi come sempre tra chi fa il tifo per il ministro dell’Interno e chi invece lo ritiene completamente inadeguato al ruolo. Dopo i tanti attacchi degli ultimi giorni, stavolta a scagliarsi contro il leader leghista è stata Famiglia Cristina, confermando come le posizioni di Salvini siano molto in disaccordo con quelle della Chiesa, considerando che già in passato Avvenire si era scagliato contro di lui contestando le durissime posizioni del governo in tema di immigrazione. Ora, ecco scendere in campo anche il settimanale del gruppo editoriale San Paolo che ha scelto delle parole abbastanza esplicite per attaccare il compagno di Elisa Isoardi, al quale ha dedicato la prima pagina del suo ultimo numero con tanto di foto. (Continua a leggere dopo la foto)



Sotto l’immagine di Salvini, infatti, ecco campeggiare la scritta: “Emergenza migranti / Vade retro Salvini”. Fin troppo semplice cogliere il riferimento al “vade retro Satana”, soprattutto perché scritto da una pubblicazione cattolica. E ancora, Famiglia Cristiana scrive, sempre in prima pagina: “La Cei, i singoli vescovi, le iniziative di religiosi. La Chiesa reagisce ai toni aggressivi del ministro degli Interni. Niente di personale o ideologico. Si tratta del Vangelo”. (Continua a leggere dopo la foto)


Parole che hanno ancora una volta trovato lasciato gli italiani divisi, tra chi ha apprezzato l’ironia di Famiglia Cristiana, che ha scelto di ribadire con durezza ma anche provocatoriamente le sue posizioni contrarie a Salvini, e chi invece chiede alla Chiesa di uscire da questa polemica e lasciare che il ministro faccia il proprio lavoro. Soltanto poche ore fa era stato invece Erasmo Palazzotto, deputato di Liberi e Uguali, a criticare duramente il numero uno della Lega. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Salvini aveva infatti annunciato prove per smentire la Proactiva Open Arms, Ong spagnola accusata di aver mentito in merito al recupero di Josefa, una migrante camerunense, e dei corpi senza vita di una donna e del suo bambino soltanto per danneggiare l’immagine della Guardia Costiera libica. Palazzotto lo aveva definito “Un cialtrone” vista la sua incapacità di provare quanto dichiarato.

“Matteo Salvini? Soltanto un cialtrone”. Attacchi violentissimi contro il ministro dell’Interno