“Matteo Salvini? Soltanto un cialtrone”. Attacchi violentissimi contro il ministro dell’Interno


 

Una polemica che continua a tenere banco sui social, dividendo gli italiani come tutte le volte in cui uno dei personaggi coinvolti è il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il leader leghista aveva annunciato prove per smentire la Proactiva Open Arms, Ong spagnola accusata di aver mentito in merito al recupero di Josefa, una migrante camerunense, e dei corpi senza vita di una donna e del suo bambino soltanto per danneggiare l’immagine della Guardia Costiera libica.  Alle accuse di Salvini è arrivata ora la risposta di Erasmo Palazzotto, deputato di Liberi e Uguali che ha visitato proprio la nave della Ong finita nella polemica: “Non è accettabile che il nostro governo continui a citare generiche ‘fonti’ del Viminale e del ministero dei Trasporti e nessun ministro si prenda la responsabilità delle affermazioni che vengono fatte. Il ministro Toninelli ci deve spiegare se è vero che l’Italia non ha i tracciati delle imbarcazioni che si sono mosse in quel tratto di mare quella notte, tra il 16 e il 17 luglio, a sole 80 miglia dalle coste italiane”. (Continua a leggere dopo la foto)







Palazzotto ha fatto un resoconto della missione, sulla nave Astral, insieme allo chef Lorenzo Leonetti, che con lui ha partecipato alle operazioni di salvataggio dello scorso 17 luglio. La Open Arms ha denunciato la Guardia costiera libica per omicidio volontario e omissione di soccorso e per omicidio colposo e omissione di soccorso il comandante del mercantile Triades. “Se qualcuno ha pensato che il governo italiano o la Guardia costiera italiana fossero coinvolti evidentemente ha qualcosa da nascondere, e noi chiediamo di confrontarci in un dibattito pubblico in Parlamento”, ha detto Palazzotto. (Continua a leggere dopo la foto)






Toni durissimi quelli usati contro Salvini dallo stesso Palazzotto: “Salvini dice ancora che Open Arms mente? Queste sono le affermazioni di un cialtrone che non ha alcuna prova in mano”. Al momento l’ong è ripartita per una nuova missione, con la nave Open Arms: per tenere accesi i riflettori e continuare una staffetta dei parlamentari italiani (iniziata dal segretario di Radicali italiani e deputato di +Europa Riccardo Magi), a bordo è salito il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“C’è poi un’altra questione: il ruolo ectoplasmatico del presidente del Consiglio Conte, che ha di fatto abdicato a qualunque ruolo di coordinamento politico dei suoi ministri, che continuano, in ordine sparso, senza alcuna dignità istituzionale, a fare propaganda come se fossero in campagna elettorale”, ha aggiunto Palazzotto, non risparmiando così una stoccata nemmeno al presidente del Consiglio.

“Non accettiamo elemosina”. Lo stop di Salvini

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it