“Basta, falla finita!”. Concerto di Vasco Rossi, scoppia la bufera proprio durante l’esibizione del mito di Zocca. Non contro la rockstar, ma verso Paolo Bonolis. Il conduttore tv bersagliato dalla critiche di fan (e non)


 

Pensi d’ascoltare il concerto di Vasco Rossi e invece ti ritrovi a sentire Paolo Bonolis. Il web s’infiamma ed è una vera e propria rivolta quella che si è scatenata contro il conduttore televisivo. Su Rai1, la diretta del concerto evento a Modena Park della rockstar non convince. E il pubblico si scatena nelle critiche. Perché Bonolis ha oscurato il grande Vasco. Troppe chiacchiere. La parlantina del presentatore ha messo in secondo piano la musica, offuscato l’evento. “Voglio trovare un senso a questa conduzione perché questa conduzione un senso non ce l’ha”. Giusto una delle critiche. Non la sola. “Peccato che più che la voce di Vasco bisogna ascoltare quella di Bonolis”. Un diluvio di commenti non proprio lusinghieri. Verso un programma atteso, se non come l’evento dal vivo, quasi. E comunque, un’alternativa per chi non è riuscito a essere presente all’evento. Secondo il popolo del web, l’impostazione della serata evento mandata in onda su Rai1 avrebbe inesorabilmente spezzato la magia dell’esibizione, togliendo spazio al vero protagonista, che era il cantante. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Non il conduttore. Per quanto bravo. Nel corso della diretta dalla città emiliana, Bonolis ha avuto il compito di commentare tutto quello che stava avvenendo sul palcoscenico, oltre a intervallare alla performance vera e propria, approfondimenti sulla vita di Vasco. Un ruolo che ha svolto con professionalità. Ma la scelta strutturale dello show, secondo i fan del Blasco rimasti a casa davanti alla televisione, si è rivelata inefficace, tanto da scatenare una vera e propria rivolta social. Troppe chiacchiere, poco spazio alla protagonista vera. La musica. Uno svarione? A quanto pare, non proprio. A rispondere ai malumori, ci ha pensato l’agente del conduttore, Lucio Presta. Che ha preso le difese del suo “assistito”, dando la versione ufficiale. “Modena Park è stato un evento che non poteva essere trasmesso integrale, ma commentato – così ha fatto sapere in un tweet – Non tutte le canzoni potevano essere ascoltate”. (Continua a leggere dopo le foto)


 


 

 

Tutto si è ridotto a una questione di diritti e di esclusive tv, concesse solo in maniera parziale. Ma c’è chi risponde. Chi, per scelta o per cause di forza maggiore è rimasto a casa, davanti al piccolo schermo, si è dovuto accontentare. Per forza o per amore. Con un unico dubbio, che più di un fan ha sollevato: “D’accordo. Ma prima o poi chi non è andato al concerto potrà vederlo in versione integrale?”. C’è da scommettere che la risposta sarà sì. Probabilmente un dvd, una raccolta, sono già allo studio. E ben presto saranno pubblicati. Magari, per chi vorrà, pure con il commento da parte di Paolo Bonolis.

“Ci hanno rubato tutto, concerto a rischio”. Era partito subito l’allarme, momenti di panico per Vasco Rossi e il suo staff: cosa è successo e l’attuale situazione