E dopo l’autopsia, champagne e selfie coi cadaveri dei terroristi uccisi: poliziotti nella bufera


 

Champagne e selfie dopo l’autopsia sui cadaveri dei terroristi uccisi a Verviers, in Belgio, a gennaio. La polizia ha scoperto almeno due fotografie che dimostrano senza alcun dubbio che dopo l’autopsia alcune persone ancora da identificare ma che si trovavano all’interno della sala autopsie dell’Istituto medico-legale, hanno stappato lo champagne per ‘festeggiare’ accanto ai resti dei jihadisti.

Un’informazione confermata a La dernière Heure dal procuratore generale di Liegi. “Comportamenti inaccettabili, inammissibili”, ha sottolineato il procuratore. Secondo il quotidiano belga, a festeggiare non sarebbero stati i medici legali che hanno effettuato l’autopsia sui corpi di Soufiane Amghar e Khalid Ben Larbi.

“Felice”. L’ultimo selfie del base jumper precipitato da una scogliera

Caffeina news by AdnKronos

www.adnkronos.com








Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it