La svolta “integralista” di Dolce e Gabbana: “Gay? Niente adozioni, non è la vera famiglia”


 

Una dichiarazione degna di un cattolico praticante quella fatta, in un’intervista a Panorama, dalla coppia omosessuale di stilisti famosa in tutto il mondo Dolce e Gabbana: “Ci sono cose che non vanno modificate. La famiglia non è una moda passeggera, è un senso di appartenenza”. Proprio così, Domenico Dolce e Stefano Gabbana scendono in campo in difesa della famiglia tradizionale. Per la coppia “la vita ha un percorso naturale che non si può veicolare a nostro piacimento” e continua: “L’attaccamento alle tradizioni, agli affetti più veri, alle mamme. Alle donne con le loro gravidanze”.

(continua dopo la foto)







A differenza del pensiero dominante nei movimenti omosessuali italiani, i due stilisti dicono “no agli uteri in affitto”, ai “figli della chimica” e invitano le nuove generazioni a non farsi spaventare di investire sugli affetti e a capire che: “Non si vive di cool, fashion e app”. Eppure solo qualche anno fa Stefano Gabbana aveva espresso il desiderio di diventare padre, cosa è successo? Ma soprattutto non dimentichiamoci che non più di due mesi fa, sempre lo stilista aveva definito “una pagliacciata” il Convegno sulla Famiglia di Milano, che aveva scatenato polemiche furibonde per gli interventi dei relatori ritenuti omofobi. 

Ti potrebbe anche interessare: 2 padri o 2 madri? Va bene. Il cartone gay friendly insegna che ogni famiglia è perfetta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it