Io non sono Nessuno! Chi sei tu?


È così importante essere “qualcuno”? Costruirsi una prigione, crearsi dei limiti, irrigidirsi nei confini del proprio apparire. È così importante? Una delle maggiori poetesse di tutti i tempi, Emily Dickinson (Amherst, 10 dicembre 1830 – Amherst, 15 maggio 1886) spiega in questi versi il suo punto di vista sull’argomento.

 

Io non sono Nessuno! Chi sei tu?
Sei – Nessuno – anche tu?
Allora siamo in due!
Non dirlo! spargerebbero la voce – lo sai!

Com’è squallido – essere – Qualcuno!
Com’è ordinario – come una Rana –
Dire il proprio nome – per tutto giugno
A un Pantano ammirato!

 

 
I’m Nobody! Who are you?
Are you – Nobody – too?
Then there’s a pair of us!
Don’t tell! they’d advertise – you know!

How dreary – to be – Somebody!
How public – like a Frog –
To tell one’s name – the livelong June –
To an admiring Bog!

 








 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it