L’anno nuovo come sarà? Bello, brutto, o metà e metà?


Gianni Rodari (Omegna, 23 ottobre 1920 – Roma, 14 aprile 1980) è stato uno scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano, specializzato in testi per bambini e ragazzi e tradotto in moltissime lingue. Vincitore del prestigioso Premio Hans Christian Andersen (edizione 1970), fu uno tra i maggiori interpreti del tema “fantastico” nonché, grazie alla Grammatica della fantasia, sua opera principale, uno fra i principali teorici dell’arte di inventare storie. La Filastrocca di Natale e per Capodanno è contenuta nella raccolta “ Filastrocche in cielo e in terra” pubblicata per la prima volta nel 1960 dalla casa editrice Einaudi.

L’anno nuovo

Indovinami, indovino
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto, o metà e metà?

“Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo del lunedì
avrà sempre un martedì.

Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno”.

 








 

Leggi anche:

Capodanno a Dubai, fuochi d’artificio da rimanere a bocca aperta

Natale e Capodanno, facciamoci anche un’abbuffata di cultura: musei e aree archeologiche aperte

“Ammazzano migliaia di cani e gatti, fermiamo i botti di Capodanno”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it