Magia del digitale: come rivivere la Roma di Augusto


Come apparivano strade, palazzi e oggetti nella Roma di 2000 anni fa, quando l’impero guidato da Augusto era al suo apice? Dal prossimo autunno potremo “vivere” più da vicino i fasti del Grande Impero grazie a “Key To Rome, le chiavi di Roma”, una mostra innovativa allestita in 4 punti “cardine” dell’antico Impero. La mostra, tenuta in occasione del bimillenario della morte di Augusto, sarà inaugurata il 23 settembre (compleanno dell’imperatore) ai mercati di Traiano a Roma (presso i musei dei Fori Imperiali) e, contemporanemante, ad Amsterdam (Allard Pierson Museum), Alessandria d’Egitto (Bibliotheca Alexandrina) e Sarajevo (Municipio restaurato e Museo Nazionale). Nella mostra, lo spettatore seguirà un mercante e suo nipote alla ricerca degli oggetti appartenuti alla propria famiglia per svelarne i segreti, usando le chiavi di Roma, nell’unico giorno in cui il dio Giano consentirà di aprire le porte del tempo. Dai busti parlanti alla realtà aumentata, dalla ricostruzione digitale dei reperti agli ologrammi, uno dei punti di forza della mostra è sicuramente l’alto contenuto tecnologico, Keys to Rome si pone infatti come apripista per le tecnologie museali del futuro. 

 

 







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it