“Ti perdono”: la superstite di Auschwitz abbraccia l’ex nazista. E la foto è subito virale


 

Non è un abbraccio qualunque, ma dal forte impatto umano e storico. Lei è Eva Kor, 81 anni, vittima delle sperimentazioni mediche naziste e lui Oskar Groening, 93 anni, una ex guardia nazista a processo in Germania per lo sterminio degli ebrei. Si sono incontrari nell’aula di tribunale in cui si svolgeva il processo a carico dell’ex nazista. “So che molte persone mi criticheranno per questa foto, ma lascio perdere. Sono due esseri umani che si sono incontrati 70 anni dopo il fatto”, ha detto Eva. “Non capirò mai perché la rabbia è preferibile a un gesto di benevolenza. Niente di buono può venire dalla rabbia”. L’anziano ex nazista ha raccontato con ogni dettaglio cosa accadeva ad Auschwitz, ha ammesso le sue responsabilità e ora è accusato di concorso nell’omicidio di 330mila persone.

Le cose preziose, come l’abbraccio di un padre, si possiedono senza doverle cercare