Jo Squillo, da parecchio è sparita dalle scene: ma che fine ha fatto? La sua scelta


Vi ricordate Jo Squillo? L’amata cantante degli anni ’80 che cantava “Siamo donne”? Che tempi, quei tempi… Basta pensare a Jo Squillo e alla sua collega Sabrina Salerno per tornare alla nostra adolescenza (e sentirci immediatamente vecchi). Ebbene, quanto tempo è che non avete notizie di Jo Squillo? Tanto, di sicuro. Poco fa la Squillo è stata ospite del programma di Eleonora Daniele Storie Italiane e ha raccontato cosa sta combinando. Ovviamente Jo Squillo non era in studio ma in collegamento.

E, al pubblico di Storie Italiane, ha raccontato cosa si è inventata durante la quarantena. Già, perché anche i vip sono in quarantena e non possono uscire se non per lo stretto necessario. E anche loro sono stanchi. E, per sopravvivere alla noia, ognuno fa quel che può. L’idea che è venuta a Jo Squillo, però, è speciale. E ha conquistato tutti… Continua a leggere dopo la foto








All’inizio della quarantena ha iniziato per gioco un dj set serale. Ma poi quell’appuntamento è diventato fisso. Il pubblico lo adora e ormai non può più farne a meno. L’imprenditrice meneghina è una della protagoniste di questo periodo di quarantena grazie al suo famoso dj set streaming via social. “Tutte le notti faccio questa cosa di ‘Jo in the house’ – ha spiegato a Eleonora Daniele – il giorno di Pasqua, che era il giorno dell’unione, ho pensato di fare unire le menti, ho messo anche te Eleonora nella mia chat un po’ folle”. Continua a leggere dopo la foto






E ha aggiunto: “Gli artisti non hanno un sindacato quindi è forse il momento che anche loro si mettano tutti assieme per distruggere un po’ questo meccanismo di guerra”. Un ringraziamento, ovviamente, va al pubblico che le sta dimostrando molto affetto: “Grazie per tutto questo affetto, è un po’ il segno di questo periodo, prendersi cura l’uno dell’altro. E soprattutto usate l’amore per le donne, il rispetto, il mondo deve ripartire con più amore”. Continua a leggere dopo la foto

 



 


Durante l’intervista a Jo Squillo c’era in collegamento anche il direttore di Vanity Fair Simone Marchetti che ha detto: “Jo è riuscita a portare la luce in un momento buio, viviamo in un momento in cui le istituzioni hanno spaventato le persone, Jo si è inserita in questo buio, facendoci vedere la luce. L’arte come il cinema e la musica sono dei beni a cui non si può rinunciare”.

“Anche io faccio fatica a riconoscermi”. Jo Squillo, la sorella Paola è identica

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it