Ricorderete Cyndi Lauper, l’incredibile icona degli anni’80 che con la sua grinta e la sua allegria ottenne un grandissimo successo. Nel tempo è un po’ sparita e non l’abbiamo più vista. Oggi è e ha svelato un tristissimo retroscena della sua vita


 

Oggi i capelli sono rosa: “Mi piace il rosa, mi fa sentire felice. Viva. Cambia il mio modo di pensare, in meglio: per natura non sono ottimista come dovrei. E poi perché scegliere tinte banali o tentare di avere, alla mia età, lo stesso colore dei vent’anni?”. Cyndi Lauper è stata un’icona straordinaria degli anni ’80 e oggi a 63 anni è ancora un’artista di successo. È stata una paladine per le ragazze che ascoltavano Girls Just Wanna Have Fun e pensavano che sì era giusto anche per loro prendersi quella dose di sano divertimento. Ma la sua vita non è stata solo “divertimento”, Cyndi che attualmente è in giro per il mondo con un nuovo tour, ha raccontato al magazine Closer di aver superato anni difficilissimi, soprattutto agli inizi di una carriera straordinaria.

(Continua a leggere dopo la foto)








Se l’abbiamo sempre immaginata eccentrica e piena di vita, c’è un lato della Lauper che nessuno ancora conosceva. Quei momenti tremendi che ha passato a causa di una forte depressione che la portò addirittura a pensare al suicidio. Ad incidere sul suo umore, ancora oggi, l’odiata psoriasi, che puntualmente torna a tormentarle il fisico e l’anima.

 

(Continua a leggere dopo la foto)






La cantante americana ha aperto il suo cuore, raccontando ciò che sente nel profondo: “C’è tanta oscurità nella mia vita. Ma io provo sempre a lasciare che entri più luce possibile. Sono una donna molto vicina alla famiglia. E la amo alla follia”. In trionfo a teatro grazie alle canzoni da lei scritte per il musical Kinky Boots, la Lauper è tornata da poco nei negozi con Detour, album di cover country cantato live anche in Italia, l’estate scorsa. 

(Continua a leggere dopo la foto)



Un periodo d’oro, per la cantante, sempre più attivista per i diritti LGBT e finalmente sempre più lontana da quella temibile depressione che 30 anni or sono le fece raschiare il fondo del barile: “Nonostante tutto quello che ho fatto nella mia carriera, non sento di aver mai raggiunto la grandezza. Ma bisogna concentrarsi sulla felicità. Vivere la vita al massimo è la vendetta perfetta. Bisogna restare collegati alla vita e fare le cose che ci rendono felici”.

Ti potrebbe interessare anche:  Il mondo della musica è in lutto. Con il suo tormentone aveva scalato le classifiche internazionali negli anni ’80. Lui, volto iconico della dance di quel periodo, è stato colpito da un terribile infarto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it