Cinque anni senza Pino Daniele, il ricordo struggente della figlia Sara: “Quel dolore…”


Il 4 gennaio 2015 Pino Daniele ha salutato per sempre i suoi innumerevoli fan. Ci lasciava così Pino Daniele, uno dei più amati musicisti italiani, Il cantante è venuto a mancare in seguito a un malore; tutto è accaduto nella sua casa di Magliano, in Toscana. La figlia Sara,  avuta dalla seconda moglie Fabiola Sciabbarasi, vuole ricordarlo così, ovvero come un motivo per guardare avanti con forza e senza più rassegnazione. Il messaggio postato su Instagram per ricordare il musicista scomparso il 4 gennaio del 2015 è commovente e anche Napoli risponde.

“Ti penso tutti i giorni, ma oggi un po’ di più. Il dolore si sta trasformando in forza”. A Napoli sarà festa. L’intera città prende spunto dalla grande forza che può creare la musica, punto di unione che nasce e si sviluppa anche grazie al contributo di artisti intramontabili. È questo il caso di Pino Daniele, che ha sempre saputo raccontare la sua terra, attraverso lo sguardo innamorato di chi, comunque, persegue la via dell’amore e della condivisione, sfidando, con parole in musica, ogni principio di arroganza e ogni tentativo di ostilità diffusa. Attraverso le melodie mediterranee di Pino, Napoli ha trovato la forza e l’eleganza di perseguire sempre il meglio. Continua dopo la foto e il post.








Tutto questo è stato riassunto nel post di Sara. La figlia di Pino ha postato su Instagram una fotografia in bianco e nero che la ritrae, piccola, in compagnia del papà, accompagnata dalle parole: “Ti penso tutti i giorni, ma oggi un po’ di più. Il dolore piano piano si sta trasformando in forza, con la consapevolezza che ogni giorno che passa assomiglio sempre di più a te”. Solo poche settimane fa la giovane aveva ricordato il padre con un’altra immagine e le parole: “Badi a me dal 1996”. Questi i ricordi che più contano e fanno del nome e della personalità del musicista napoletano un punto saldo che continua a rimanere, oltre la vita stessa. Continua dopo la foto.






Ma anche Napoli si unisce con forza e gioia, intorno a quel ricordo. A cinque anni dalla scomparsa Napoli, città natale, lo ricorderà con concerti e incontri. Alle 12.30 di sabato in ricordo dell’artista sarà celebrata una messa dal parroco Salvatore Giuliano, nella chiesa di Santa Maria dell’Aiuto. Torna anche l’appuntamento con il pianoforte del maestro Danise che si esibirà sul Lungomare per chiamare a raccolta tutti i fan con «Pino Daniele, I still love you», come si legge sulla pagina Facebook dell’evento. Saranno 38 le canzoni ad essere suonate e cantate sul Lungomare. Continua dopo la foto.



I commenti dei tanti fan di Pino Daniele non sono certamente mancati: “Tutti noi lo pensiamo, ma tu un po’ di più”. E ancora: “Tuo padre è stato la colonna sonora della mia vita. Lo amo immensamente”. Oggi a Napoli sarà festa, in onore di chi ha saputo mettere in luce la forza dell’amore e della condivisione. Tanti gli omaggi con concerti, incontri e programmazioni radiofoniche. Diffusa anche la scaletta per prepararsi al coro collettivo: sono 38 titoli dello sterminato canzoniere di Daniele, e naturalmente non mancano tutti i grandi successi. Il via alle 21.Il 5 gennaio sarà la volta de ‘I Quartieri Jazz’, alle 21.30 a Palazzo Venezia. Oggi dalle 06.00 e le 08.00 e dalle 14.00 alle 20.00 Radio Marte trasmette esclusivamente canzoni di Pino Daniele, un viaggio attraverso l’intera carriera. Molti sono gli omaggi già annunciati nel corso di eventi in programma stasera. Lina Sastri ricorderà Pino Daniele nel concerto dell’Epifania, Monica Sarnelli alla Domus Ars di Santa Chiara a Napoli, performance che si svolgeranno a pochi passi dalla casa natale dell’artista, e tanti sono i locali che hanno organizzato dei tributi.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it